Il Cellatica punta in alto. Mister Bertoni: “L’asticella si è alzata”

Redazione

Si è svolta nella serata di ieri al Bar Locanda Crocevia di Castelmella, la presentazione della Prima Squadra del Cellatica, compagine di Prima Categoria con grandi ambizioni in questa stagione sia a livello di senior che a livello di settore giovanile.


Una squadra che si è rinforzata con pochi acquisti mirati, andando a completare un organico già altamente competitivo, mettendo una pezza nei ruoli in cui gli scorsi anno si erano visti i maggiori problemi. Estremamente soddisfatto il direttore sportivo Elio Lauricella, che vede nel gruppo squadra tutti i presupposti per fare bene: “Apparentemente sembra proprio che ci sia stata una crescita. La presenza anche solo di un giocatore come Coly, che ha calcato i campi professionistici, implica un valore aggiunto. Partiamo già da un gruppo solido e di qualità, con ragazzi di grande valore umano. Questo fa ben sperare per il futuro ma le partite bisogna giocarle e quindi vedremo di giornata in giornata. La società è ambiziosa e oltre all’obbiettivo di migliorare la categoria punta anche al miglioramento della cultura sportiva partendo da un settore giovanile, che nei prossimi anni può essere una risorsa anche in chiave prima squadra. Abbiamo colmato alcune lacune che avevamo in un reparto in cui ci mancava esperienza. Zamboni è un ’86 che ha esperienza, su Coly abbiamo già detto. Credo che questo divario sia stato colmato. Non mancano in rosa anche i giocatori giovani, potranno essere anche titolari e sono lo zoccolo duro di ogni società, ma logicamente non devono essere messi in difficoltà. Abbiamo creato un mix tra giovani ed esperti di valore che può farci crescere. Rdifi sarà una quota ma è reduce nel 2018 da una finale play-off di Serie D, purtroppo ha avuto un infortunio importante che l’ha tenuto fuori un annetto, ma ora ha ripreso completamente ed è al 100%”.


Una rosa che sarà guidata e gestita da una leggenda del calcio dilettantistico Guido Bertoni, confermato dopo la breve parentesi dello scorso anno interrotta dalla pandemia: “Ringrazio la dirigenza che ha voluto continuare con me. Sono contento che l’asticella si sia alzata ulteriormente. Negli ultimi anni il Cellatica è sempre stata una società ambiziosa, ma dopo gli innesti fatti quest’estate bisogna puntare al massimo. L’obbiettivo sarà quello di vincere tutte le partite ma come lo era gli scorsi anni, certamente bisognerà fare un campionato da protagonisti. Nel nostro girone ci sono tante squadre nuove che non conosciamo e quindi questo sarà un punto di domanda, non riesco a dare un giudizio al momento ma devono essere gli altri a preoccuparsi di noi. A me e ai ragazzi piace fare la partita, vorremmo comandare il gioco sempre e devono essere gli altri ad adattarsi al nostro gioco. I nuovi si sono ambientati molto bene, hanno grandi valori umani, con spessore morale importante. Dopo un anno e mezzo di pausa, mettere il piede dentro al campo è stato emozionante, l’erba del terreno di gioco mi ha avvolto e mi sono riempito di entusiasmo”.


L’ultima parola spetta invece al presidente Daniele Terranova: “Abbiamo pensato molto prima di fare questi innesti perché mi piacerebbe che il Cellatica possa fare questo salto di categoria. Ovviamente non è facile, non ci siamo solo noi, ma questo potrebbe essere l’anno giusto. Senza nulla togliere alla Prima Categoria, secondo me una piazza come Cellatica è sprecata in queste categorie. La Promozione è un obbiettivo. Quest’anno è il cinquantesimo della società ed è anche il mio cinquantesimo, mettendo insieme tutto abbiamo fatto questo regalone e ci proveremo in maniera consistente. È cambiata un po’ tutta l’organizzazione a livello dirigenziale, anche a livello di settore giovanile, lunedì chiuderemo col comune la nuova concessione per il centro sportivo. Ci saranno delle migliorie nel centro nel corso degli anni e quindi c’è un buon progetto. A livello di settore giovanile stiamo facendo un po’ fatica a livello di protocolli che cambiano praticamente ogni settimana ma anche quello pian piano verrà sistemato. I membri dei nostri staff tecnici sono tutti vaccinati e quindi sotto questo punto di vista non abbiamo problemi, logicamente qualche dubbio in più arriva dai genitori, ma li capisco e spero che si ritorni il prima possibile alla normalità”.


LA ROSA


PORTIERI
Rdifi Semeh (Darfo B., 1999)
Russo Francesco (1997)


DIFENSORI
Bettoni Andrea (2001)
Coly Mohamed Abdoura (Atl. Castegnato, 1984)
Cristini Paolo (1998)
Loda Alessio (1999)
Micale Marco (1998)
Oppici Andrea (1997)
Serrapiglio Diego (Darfo B., 2002)
Tonoli Stefano (1996)
Zamboni Luca (Sporting Club, 1986)


CENTROCAMPISTI
Andreoli Nicola (1992)
Bara Harouna (1994)
Cirelli Alessandro (1999)
Lombardi Paolo (2001)
Manzoni Damiano (1991)
Scalvini Francesco (1997)


ATTACCANTI
Braga Giovanni (2001)
Capelli Manuel (1996)
D’Attoma Tommaso (1988)
Festoni Stefano (1988)
Frassine Omar (2001)
Guarino Vito Roberto (2002)
Pesce Francesco (1994)


STAFF TECNICO
Allenatore: Bertoni Guido
Vice Allenatore: Peli Ariello
Perp. Portieri: Plebani Nicola
Dirigenti: Barbieri Ivano, Papa Luca
Massaggiatore: Ghibesi Sebastiano


STAFF SOCIETARIO
Presidente: Terranova Daniele
Vicepresidenti: Paderni Ivan, Guarino Giuseppe
Direttore Sportivo: Lauricella Elio
Segretario: Attilari Severo
Resp. Settore Giovanile: Sekulic Marko