"Dove eravamo rimasti?". Il Roncadelle vuole tornare in alto

Redazione

Un secondo post congelato dalla pandemia e l'amarezza di un ripescaggio mancato. Il Roncadelle riparte da lì, per tornare a mettere radici nei quartieri alti della Seconda Categoria e inseguire quei sogni spezzati dal destino.

 

Al timone della formazione rossoblù è stato confermato mister Paderno, per un progetto tecnico la cui bussola punta verso la Prima Categoria. Il mercato rossoblù, condotto dal direttore sportivo Braghini e dal team manager Testaverde è stato di livello. L'innesto di Mattei è stato il colpo ad effetto ma anche Radatti, Masserdotti, Shkembi e Gipponi possono dare ampie garanzie, senza dimenticare i giovani Berrini, Gatti, Tabaglio e Battagliola.

 

"Mettere pressioni al tecnico e al suo staff sarebbe ingiusto - ha affermato il presidente Pizzini -, ma dobbiamo essere consapevoli del valore di questa squadra e delle ambizioni societarie. Vogliamo fare bene, vivere una stagione all'insegna di entusiasmo e giocarci nuovamente quei traguardi che l'anno scorso erano davvero a portata di mano".

 

La rosa del Roncadelle

Portieri: Davide Gaspari ('01); Francesco Radatti ('89).

Difensori: Nicolò Agostini ('98);; Nicolò Berrini ('01); Michele Dal Pozzo ('89); Mattia Gatti ('01); Nicolas Leonardi ('92); Corrado Luzzago ('92); Alessandro Reina ('92); Davide Spinelli ('99).

Centrocampisti: Michele Battagliola ('99); Mattia Bertoli ('99); Andrea Bordiga ('97); Gabriele Bosetti ('87); Mauro Masserdotti ('96); Alessandro Tabaglio ('00); William Zini ('97).

Attaccanti: Davide Bonfadelli ('97); Amedeo Carone ('90); Nicolas Gipponi ('98); Marco Mattei ('91); Gaetano Pellegrino ('97); Simone Ripepi ('98); Ludrik Shkembi ('91).

 

 

 

Banner Transped articoli

banner piccolo futbuk