20^ giornata - Cili, Breno e Franciacorta ko. Avanza solo la Calvina

Redazione

Domenica nebbiosa per le bresciane di Serie D, ma il clima non c'entra. In provincia arriva un solo punto, quello conquistato dalla Calvina, e la classifica non fa registrare passi in avanti.

 

Calvina migliore di giornata, dunque, anche se non brilla in campo. Lo 0-0 con il Crema, tuttavia, vale il quinto risultato utile consecutivo e certifica la bontà del percorso intrapreso nelle ultime settimane, che ha fatto maturare una posizione di classifica abbastanza tranquilla, a +9 dalla zona retrocessione e a +5 da quella play-out. Il cammino è ancora lungo, ma mister Florindo osserva con soddisfazione la crescita dei suoi. Nel pareggio senza gol brilla soprattutto il portiere Sellitto e la retroguardia biancazzurra, sempre più compatta. Qualche rammarico, tuttavia, resta per le due occasioni capitate a Crema, ma il bicchiere è mezzo pieno.

 

Calvina che agguanta il Breno a quota 26, sul gradino più alto occupato dalle bresciane di Serie D. I granata perdono in casa con la Correggese in quello che poteva rappresentare un esame di maturità con vista sulla zona play-off. Di fronte c'era la terza forza del campionato e, ai punti, i granata avrebbero meritato certamente di più, ma la bella azione finalizzata da Carrasco al 70' ha deciso il match lasciando l'amaro in bocca a mister Tacchinardi.

 

Se il Breno si rammarica il Ciliverghe si dispera. Il risultato ottenuto dai gialloblù è il medesimo (0-1), ma i suoi effetti sulla classifica sono ben più preoccupanti. La squadra di Carobbio resta impantanata in zona retrocessione, al penultimo posto. Il gol di Cestaro regala l'intera posta in palio al Progresso e il tecnico ne approfitta per bacchettare i suoi chiedendo più cattiveria e determinazione, da unire a una mentalità nuova fondamentale per centrare l'obiettivo.

 

Verdetto amarissimo per il Franciacorta, che dopo essere stato in vantaggio sul Sasso Marconi con il gol di Boschetti viene agguantato da Draghetti prima del sorpasso di Olonisakin al 93'. Una beffa dura da digerire, anche perché si trattava di uno scontro diretto in ottica salvezza. Zattarin ha dovuto fare i conti con numerose assenze e nonostante alcuni buoni spunti ha visto la squadra sgonfiarsi alla distanza, fino alla distrazione letale in zona Cesarini. Ora il Sasso agguanta il Franciacorta, a +3 sul Crema e sulla zona play-out.

 

 

Banner Transped articoli

banner piccolo futbuk