Solo sorrisi per la Calvina. Il Cili avanza, Breno e Franciacorta ferite

Redazione

Più ombre che luci nella domenica delle bresciane di Serie D.

 

Prosegue il momento magico della Calvina, che sorride e gongola per tutte le buone notizie che la riguardano. A Fiorenzuola la formazione di Florindo centra un successo di misura e pesantissimo, il terzo nelle ultime tre gare, l'ottavo risultato utile consecutivo, firmato dal gol di Cazzamalli, uno dei leader indiscussi della squadra. Il suo tap in vincente proietta i biancazzurri sempre più in alto, a due sole lunghezze di distanza dalla zona play-off. Una soglia possibile da varcare nel prossimo futuro, anche perché l'undici biancazzurro non incassa gol da quattro turni e i tre punti conquistati in casa della seconda in classifica vanno inseriti tra le referenze più significative. Il prossimo appuntamento prevede una sfida abbordabile sulla carta, contro la Savignanese ultima della classe, ma l'imperativo sarà certamente quello di non sottovalutare gli avversari, alla disperata ricerca di punti.

 

La Savignanese, peraltro, è reduce da una vittoria vitale sul Breno, che le ha garantito di restare attaccata ad un treno salvezza ancora alla portata di tutte le squadre presenti sul fondo della classifica. I camuni sono inciampati soprattutto per demeriti propri, protagonisti di una prestazione al di sotto delle proprie potenzialità. Una domenica deludente per i granata, decisa dal gol di Peluso al 40' del primo tempo. Una sconfitta che lascia la formazione di Tacchinardi nel limbo della classifica, ma a soli tre punti di vantaggio sulla zona play-out e prossima a un derby delicato con il Ciliverghe.

 

Una sfida che vedrà i gialloblù ringalluzziti dalle ultime vicende sportive e “giudiziarie”. Il successo con la Savignanese, la vittoria in tribunale dopo il ricorso sul “caso Crema” e il pareggio di ieri a Correggio contro la terza della classe hanno fruttato 7 punti fondamentali per tornare in carreggiata, raddrizzando una situazione che sembrava volgere al peggio. Ultimo posto lasciato alle spalle e approdo in zona play-out, anche se le distanze restano minime e il livello di concentrazione dovrà restate altissimo, proprio come in casa della Correggese, dove mister Cogliandro ha eretto un muro insormontabile producendo perfino occasioni che avrebbero potuto garantire un autentico colpaccio.

 

Chiude il quadro sulle bresciane di Serie D un altro ko inatteso, quello del Franciacorta. Una sconfitta che sa di beffa, arrivata all'88' dopo il rigore di De Rose che ha garantito i tre punti all'Alfonsine, penultima in graduatoria. Dopo le ultime settimane in ripresa è arrivata una battuta d'arresto per gli amaranto di Zattarin, che nel post partita ha difeso i suoi, parlando di sconfitta immeritata e di rigore dubbio. La classifica, ora, torna a farsi complicata, con la zona play-out pericolosamente vicina. La pressione dal basso, infatti, non manca. Oltre alle già citate Alfonsine e Savignanese, infatti, hanno vinto anche Vigor Carpaneto e Sammaurese. C'è traffico, dunque, e domenica prossima Bertazzoli e compagni dovranno respingere l'assalto della capolista Mantova.

 

 

Banner Transped articoli

banner piccolo futbuk