Mauri e Franzoni spingono in alto l'altalena Desenzano: play-off a un passo

Redazione

Una volata coi freni tirati, o una mano a ciapa no. La corsa ai play-off di Serie D offre colpi di scena ad ogni giornata, con ribaltamenti e grandi occasioni perse. A parte il Fanfulla, sconfitto dal Caravaggio ma certo della seconda piazza, le quattro pretendenti agli altri tre posti continuano a fare una fatica tremenda ad ottenere gli ultimi punti che valgono la post season.

 

Il Desenzano Calvina fa parte del gruppetto e, dopo due giornate negative, con 0 punti fatti e lo scivolamento in sesta posizione, proprio quando le speranze sembravano al minimo, ecco che la 33a giornata rimescola nuovamente le carte. Nonostante al 33' fossero sotto nel punteggio per a causa del rigore trasformato da Iori, i gardesani hanno la forza per reagire e rovesciare la partita con i lampi di Mauri (gol meraviglioso quello del 38') e Franzoni (63'), ritrovandosi a fine gara non solo di nuovo in lizza per il quinto posto, ma dentro i play-off e in posizione predominante rispetto alle dirette concorrenti, Crema e Nibionnoggiono. Che sprecano nuovamente un mezzo match point per centrare il traguardo.

 

Nelle ultime tre partite, il Crema ha messo insieme solamente 3 punti, mentre il Nibionnoggiono la miseria di 1. Ora le tre, appaiate a 52, sono a una sola giornata dal responso finale, col calendario di domenica prossima che propone un vis-à-vis, quello tra Desenzano Calvina e Nibionnoggiono. In virtù del vantaggio negli scontri diretti col Crema e della vittoria dell'andata, ai ragazzi di mister Florindo basterà un pareggio per garantirsi il prolungamento di stagione. Il Crema ospiterà il già salvo Sona, mentre la Casatese, che di punti ne ha 52, nonostante le difficoltà registrate nelle ultime settimane (tra cui il netto 3-0 subìto dal Breno) è già forte della qualificazione matematica. 

 

Senza più obiettivi, Breno e Sporting Franciacorta stanno chiudendo nel migliore dei modi una stagione lunga e per motivi diversi complicata e ora si trovano a ridosso delle prime, rispettivamente a 48 e 47 punti. Per i camuni l'obiettivo salvezza è stato raggiunto lottando e faticando, ma sempre attraverso il gioco; al momento dell'abolizione dei play-out, gli uomini di mister Tacchinardi avevano comunque già messo assieme 42 punti, quota minima per mantenere la categoria. Da quel momento sono giunte altri due successi: quello già citato con l'ex capolista Casatese, più il 2-1 di ieri, imposto a domicilio all'ultima della classe, lo Scanzorosciate. Per i padroni di casa (anche sfortunati: due traverse) la rete del vantaggio di Cariello illude, perché Tanghetti prima e Triglia sul finire di gara trovano le deviazioni sottoporta che valgono i 3 punti. Il numero 11, ieri capitano, festeggia al meglio il suo trentatreesimo compleanno.

 

Il giro dei 2-1 si chiude ad Adro, dove lo Sporting Franciacorta supera il Villa Valle. Al 16' della ripresa Crotti risponde al vantaggio dei locali, che era stato firmato al 23' del primo tempo da Scaglia, tornato ai suoi livelli, anche in termini realizzativi, solamente nell'ultimissima parte di stagione. Al 68' la stoccata vincente è dell'uomo più in forma del momento, Bithiene, che consegna a mister Bruni una vittoria che potrebbe forse valere una riconferma per il prossimo anno: il giovane tecnico si sta giocando al meglio le sue chance.

 

A 90' dal termine della stagione regolare il Seregno si laurea campione del girone B, grazie al pari ottenuto con la Casatese. Scanzorosciate giù, mentre per la seconda retrocessione sono in ballo Caravaggio (35), Tritium (35: le due sono pari anche negli scontri diretti) e Vis Nova Giussano (36), col Villa Valle già sicuro a 38: avanti nei confronti col Caravaggio e, in caso di arrivo a tre, secondo per l'avulsa. In programma Caravaggio-Scanzorosciate, Tritium-Fanfulla e Vis Nova Giussano-Ponte San Pietro.

 

Della lotta play-off si è già detto: Desenzano Calvina-Nibionnoggiono e Crema-Sona. Lo Sporting Franciacorta chiuderà a casa della regina del campionato Seregno, mentre il Breno ospiterà la Virtus Ciserano Bergamo.