Prove generali in vista di domenica per le tre bresciane: Breno già pronto

Redazione

Gironi e calendari si sono fatti attendere fino all'ultimo, la pre-season si è allungata fino allo scorso weekend, ma dal prossimo si ricomincerà a giocare per fare punti. Le tre bresciane di Serie D si avvicinano all'esordio macinando gli ultimi test match, forieri di diversi feedback.

 

Lavori in corso per il Franciacorta, l'unica del terzetto che ha cambiato composizione dello staff tecnico rispetto alla stagione passata. Al timone si è posizionato mister Riccardo Maspero, che ha lavorato sulla gestione delle indubbie qualità del gruppo adrense. Sabato, tra le mura amiche, si è svolto un allenamento congiunto con l'Atletico Castegnato di Eccellenza, selezione molto ambiziosa, potenzialmente già vicina al livello della categoria superiore. La partita conclusiva ha regalato spettacolo e ben sei gol, equamente divisi: gli ospiti scappano addirittura sul triplo vantaggio (Marrazzo, autorete, Crivella), poi nel secondo tempo esce l'orgoglio amaranto con le firme di Boschetti e, negli ultimi 5' di gara, Mozzanica e Moussa. Domenica, ospitando il Ponte San Pietro, ci sarà da approcciare meglio all'incontro.

 

Il Desenzano Calvina cerca la sua identità affidandosi a colui che il presidente Marai ed il diesse Olli hanno eletto a comandante della nave, Michele Florindo. Dopo un anno di 3-5-2, il passaggio al 4-3-1-2 è ancora da metabolizzare, come ci si poteva aspettare, ma il tempo ora stringe, visto che tra sei giorni ci sarà da andare a Caravaggio per la prima di campionato. Ieri Sellitto e compagni sono stati sorpresi da una pari categoria (di un altro girone), il Caldiero Terme, vittorioso 2-0 con un'accelerata nella seconda frazione di gioco. Il rigore di Zerbato e l'acuto di Rossi contano il giusto, da valutare c'è la prestazione, né sfavillante né disastrosa. Di certo anche in questo caso si dovrà partire forte, i biancoazzurri puntano alla promozione e dopo tre annate di ambientamento sembra arrivato il momento giusto per centrarla.

 

Mario Tacchinardi ed il suo Breno, nel frattempo, viaggiano a fari spenti verso il battesimo 2021-2022. Nessun annuncio altisonante, solo grande fiducia nelle proprie idee e nel proprio lavoro. Il club granata, rinnovandogli il contratto, ha dimostrato di credere ciecamente nel suo calcio, e il gruppo confermato nella sua ossatura parte già da un discreto livello di conoscenza e coinvolgimento. E quale miglior modo per avvicinarsi al match esterno con la Vis Nova Giussano se non quello di schiantare in amichevole una diretta rivale del girone B? Il 5-2 con il quale i camuni si sono sbarazzati ieri del Sona dà grande serenità e carica, anche per le griffe di nuove (doppietta Gasperoni) e vecchie (doppietta Triglia, gol Brancato) certezze. Sarà sempre e solo calcio estivo, quello che non pesa nulla, ma una bella vittoria si accoglie sempre meglio.