Un quarto d'ora per gettare tutto al vento

Redazione
colognese_carpenedolo
COLOGNESE - CARPENEDOLO 3-1
COLOGNESE (4-4-2): Borean 6; Perico 6.5, Ghisleni 5.5, Rota 6, Suardi 6; Bergamelli 6.5 (44´ st Legrenzi 7), Semeraro 7, Biava 6 (21´ st Cecilli 6.5), Pianetti 6.5 (48´ st Locatelli sv); Altobelli 8, Bosis 7. A disp. Magri, Sirtoli, Alessandro, Akoiblin. All. Porrini.
CARPENEDOLO (4-4-2): Viola 5.5; Bettari 5.5, Angioletti 5, Calandrelli 6 (1´ st Alloisio 5.5), Furlanetto 5; Pagani 6 (40´ st Alberti sv), Lucenti 6 (16´ st Guglieri 5.5), Catalano 5, Sangiovanni 6.5; Cvetkovic 6.5, Bosio 5.5. A disp. Mazza, Poli, Scalvenzi, Tobanelli. All. Colombo.
Arbitro: Di Stefano di Brindisi 6.
Reti: 13´ st Bosis, 33´ st Ghisleni (autogol), 36´ st Bosis, 47´ st Legrenzi.
Note: pomeriggio fresco, pioggia battente; campo in erba sintetica; 150 spettatori circa; ammoniti Lucenti, Perico, Cecilli, Bosio; espulso Catalano al 41´ st per rosso diretto.
Il Carpenedolo getta al vento un punto prezioso nel finale di gara, quando il pareggio sembrava ormai acquisito. Nella gara di Cologno al Serio succede tutto nella ripresa. Bosis porta in vantaggio i bergamaschi al 13' dopo uno scambio con Bergamelli. La replica rossonera arriva all'81'. Assist di Pagani per Cvetkovic e Ghislani - alla ricerca dell'anticipo - trafigge il suo portiere. Parità ristabilita, ma bastano 3' alla Colognese per rimettere il naso avanti grazie al solito Bosis, implacabile sotto rete nello sfruttare il cross perfetto di Altobelli. L'ex Rodengo sale in cattedra anche al 47', quando indica la via del gol a Legrenzi con un filtrante che taglia in due la retroguardia bassaiola.