Atletico Mompiano-Rovizza, cinque espulsi per i biancorossi: “Chi ha un fischietto si sente padrone del mondo”

Redazione
Cinque espulsi, di cui quattro sul campo, per l'Atletico Mompiano nella partita di domenica contro il Rovizza.
 
“E' stata una partita combattuta, dove non sono mancati contrasti anche duri – spiega il ds della formazione cittadina Alessandro Genzano – c'era la voglia di far bene da parte di entrambe le squadre, visto che noi ci giocavamo le ultime possibilità di rientrare nella corsa playoff e loro potevano recuperare punti alla capolista Paitone. Normale che la gara fosse accesa e devo dire che l'arbitro (Lavenia di Brescia, ndr) fino a un certo punto ha tenuto in pugno la partita abbastanza bene”.
 
Poi il primo episodio contestato: “Non si sa per quale motivo il direttore di gara ha preso di mira nel corso della partita un nostro giocatore, Carminati. Al momento della sostituzione una decisione incredibile. Secondo giallo perchè a detta dell'arbitro Carminati, già ammonito, lo stava sfidando con lo sguardo per perdere tempo visto che noi eravamo in vantaggio. Siamo rimasti in dieci e la partita si è incattivita, ci siamo innervositi dopo questo episodio, ma senza eccedere in atteggiamenti plateali. Invece l'arbitro cinque minuti dopo ha espulso un altro nostro giocatore dalla panchina per proteste”.
 
E non finisce qui: “In pieno recupero viene assegnato un rigore a mio parere inesistente al Rovizza – prosegue Genzano – eravamo già nervosi e arrabbiati per la gestione del secondo tempo, quel fischio non ci è andato giù e qualche lamentela nei confronti dell'arbitro è arrivata. Altra espulsione per proteste, poi è sorto un parapiglia dove il direttore di gara ha deciso di espellere nuovamente un nostro giocatore. Abbiamo chiuso la partita in otto contro undici e subito il gol del pari su un rigore molto dubbio al 93'. Una vera beffa”.
 
Dopo il fischio finale altro fatto contestato: “Il direttore di gara ha visto un nostro giocatore tirare un pugno contro la porta del suo spogliatoio, dunque ha estratto un altro cartellino rosso, il quinto di giornata. Carminati, Trainini, Bendinelli, Donati e Fariello salteranno quindi sicuramente la prossima partita.  Ripeto, l'arbitraggio fino alla prima espulsione era stato anche discreto, ma spesso nella valutazione di alcuni episodi non si usa il buon senso. Sento spesso dire che ci vorrebbe maggiore collaborazione e dialogo, ma i primi a non volere ciò sono proprio gli arbitri stessi. Chi ha un fischietto a volte si sente padrone del mondo. E questo è sicuramente un peccato”.
 

Banner Transped articoli

banner piccolo futbuk