Rivoluzione Padernese, tante novità per dimenticare una stagione difficile

Redazione

Quella interrotta dalla pandemia è stata una stagione molto difficile alla Padernese: mancanza di risultati, cambio di allenatore in corsa, rendimento sotto le aspettative. Quest'estate, poi, anche una figura centrale come il presidente Roberto Gigola ha deciso di farsi da parte, dopo tanti anni di fedeltà al timone del club. Normale quindi aspettarsi grandi cambiamenti nel passaggio tra 2019-2020 e 2020-2021.

 

È stata una rivoluzione. La rosa è stata rivoltata come un calzino, sono arrivati elementi di spessore per la Terza Categoria e il mister eletto è colui che ha dominato l'ultimo campionato nel girone A, Giorgio Salomoni. Il posto di Gigola è stato occupato da Ivan Allievi, ma il potere decisionale che era dello storico presidente è ora nelle mani del responsabile tecnico Alessandro Pozzali. A dare continuità all'interno dell'organigramma è rimasto il direttore sportivo Andrea Gares. È lui a darci le linee guida della nuova stagione, all'indomani della presentazione ufficiale della prima squadra, andata in scena ieri sera a Paderno.

 

«L'anno scorso è stato un disastro, anche se il girone con Iseo ed Esine non era semplice. Si è sbagliato tutti, come sempre non c'è un solo responsabile. Abbiamo sbagliato noi dirigenti per primi, nelle scelte e nelle gestioni. Da questi errori siamo ripartiti e penso che abbiamo preso la direzione giusta. Il primo passo è stato convincere Salomoni, che viene dalla vittoria con l'Orsa. Con lui siamo intervenuti sulla rosa, cambiandola profondamente, a partire dai portieri. Abbiamo preso calciatori che hanno vinto campionati nel recente passato, come Belleri in porta ex Vs Lume e Foro al centro della difesa, che ha seguito il mister. Su Odolini, esterno, puntiamo molto. A centrocampo siamo più profondi, abbiamo 2-3 giocatori per ruolo, starà poi all'allenatore scegliere quale sistema di gioco utilizzare. Davanti Polito è la scommessa, Stamerra la certezza, Vallio un giocatore di grande potenzialità che riabbracciamo con gioia: fu capocannoniere qualche anno fa quando in panchina c'ero io e vincemmo il campionato. Allora fece 21 gol, ma in generale è sempre andato in doppia cifra. Stamerra, Bongioni e Marchina erano con Salomoni a Roncadelle, si conoscono bene, poi c'è Zanini, un altro ad aver già vestito questi colori, a mio parere il miglior centrocampista della categoria. Insomma, siamo competitivi e crediamo di aver tutto l'occorrente per toglierci delle soddisfazioni».

 

ORGANIGRAMMA E STAFF

PRESIDENTE: Ivan Allievi.
RESPONSABILE TECNICO: Alessandro Pozzali.
ALLENATORE: Giorgio Salomoni.
VICE ALLENATORE: Roberto Pozzali.
DIRETTORE SPORTIVO: Andrea Gares.
DIRIGENTI: Dario Venni e Maurizio Marini.
PREPARATORE PORTIERI: Andrea Danesi.

 

ROSA

PORTIERI: Rudi Gotti ('96), David Belleri ('96).
DIFENSORI: Luca Colpani ('97), Davide Malzani ('01), Francesco Moro ('95), Carlo De Marco ('90), Lorenzo Pozzi ('01), Fabrizio Borghetti ('99), Alessandro Guerini ('86), Davide Gatti ('99), Simone Marini ('01), Simone Odolini ('01).
CENTROCAMPISTI: Daniel Marchina ('83), Mirko Franzoni ('99), Alessandro Tronconi ('00), Luca Zanini ('90), Andrea Bongioni ('91), Lorenzo Astori ('99), Alessandro Cugola ('99), Davide Belleri ('99), Matteo Gambazza ('90), Paolo Solazzi ('96).
ATTACCANTI: Mirco Vallio ('90), Ardian Mustafi ('94), Andrea Cugola ('95), Andrea Stamerra ('81), Andrea Polito ('96), Andrea Guarneri ('90).