Approfondimento sulle nuove società bresciane. Capitolo 5: San Paolo Fc, i ragazzi son tornati

Redazione

Alcune le conosciamo, o meglio, le riconosciamo pur nella nuova veste. Altre sono tutte da scoprire. La griglia di partenza dei campionati di Terza Categoria anche quest'anno svela un piccolo numero di new entry, nuove società nate sotto il sole estivo che iniziano da qui, dal gradino più basso Figc, la loro avventura nel calcio dilettantistico bresciano.

Atletico Mompiano, Nuove Legioni Calcinatesi, Benaco Salò, Atletico Offlaga, Pavonese Cigalese e San Paolo Fc. Ognuno di questi neonati sodalizi cela un motivo d'essere, una sua genesi, ognuno di questi progetti guarda ad obiettivi a breve, medio e lungo termine. Insomma, abbiamo materiale fresco per raccontare nuove storie del calcio che più amiamo, quello di casa nostra.

"I ragazzi sono in giro", cantava Ligabue una ventina di anni fa ("Buon compleanno Elvis", 1995). Anche molti ragazzi di San Paolo - paese della bassa incastrato tra Orzinuovi, Manerbio e Verolanuova - fino a pochi mesi fa si trovavano "in giro", nei paesi limitrofi o ancora più in là, ad inseguire un pallone, a giocare sotto un campanile magari non lontano geograficamente dal proprio, ma comunque diverso. La Nuova San Paolo, società di Seconda, non assicurava più piena copertura sulla risorsa umana locale, nemmeno all'interno del settore giovanile. Così il Comune, una volta scaduto il contratto di gestione dell'impianto sportivo, ha costituito un bando, nascondendoci dentro un preciso indirizzo: il vincitore non avrebbe dovuto guardare solo al campo, alla manutenzione e all'organizzazione delle partite, ma avrebbe dovuto fare qualcosa in più per il paese; se il progetto si fosse rivelato interessante, il Comune stesso si sarebbe impegnato, anche economicamente, alla sua realizzazione.

Questa la storia alle spalle della nascita del San Paolo Fc, società nuova di zecca fondata proprio con la prima finalità di andare a vincere quel bando e ripopolare di sanpaolesi il terreno di gioco e gli spalti. La proposta fatta al Comune ad inizio estate si è rivelata convincente e, nonostante il poco spazio temporale di movimento, dal 13 luglio la neonata società si è mossa strategicamente e con profitto perseguendo quei due-tre punti fissati come obiettivi di questo primo anno di vita. Ad entrare meglio nel merito ci aiuta Fabio Paoletti, vice presidente del San Paolo Fc: «San Paolo ha sempre avuto un ottimo bacino di giocatori ma nell'ultimo periodo non aveva più la reale possibilità di farli crescere e giocare qui. Perciò abbiamo garantito al Comune che avremmo lavorato in due direzioni: da una parte avremmo creato un settore giovanile, contestualmente avremmo cercato di riportare a casa tutti i compaesani tesserati in altre società. Non abbiamo avuto tanto tempo, ma ci siamo rimboccati le maniche ed i primi risultati sono soddisfacenti. Abbiamo una prima squadra che giocherà in Terza con una rosa di 24 giocatori, il 90% dei quali è di San Paolo. Ci siamo impegnati molto per "tirare a casa" i nostri ragazzi, convincendoli a lasciare altri comuni per ritornare qui. Ciò è stato ancora più difficile con i bambini, perché un genitore che si trova bene in un'altra realtà difficilmente la lascia. Eppure siamo riusciti a costruire già un'ottima base di settore giovanile: abbiamo una Scuola Calcio, Pulcini, Giovanissimi e Juniores, su questi ultimi abbiamo investito e puntato molto. Nel giro di tre anni vogliamo completare la filiera aggiungendo le categorie mancanti».

Rivedere i propri figli, i propri fidanzati, i propri amici tornare a San Paolo potrebbe dare un nuovo impulso ad un ambiente che si era un po' disaffezionato al calcio. «Il terzo nostro obiettivo infatti è quello di riportare i sanpaolesi allo stadio, a vedere le partite di piccoli e grandi; vogliamo che tornino ad avere a cuore una società di paese, a maggior ragione dal momento che i protagonisti in campo saranno tutti ragazzi di San Paolo». L'entusiasmo c'è già e monterà ulteriormente con le prime partite ufficiali. I ragazzi sono tornati, la colonna sonora cambiata: ciò che conta da qui in avanti è "La forza della banda".

 

Banner Transped articoli

banner piccolo futbuk