Terza Categoria, il borsino: Passirano avanti a suon di gol, colpaccio Nuove Legioni, brutta caduta per il Flero

Redazione
Tempo di borsino per le squadre di Terza Categoria. Diviso per ogni categoria, il nostro borsino analizza le dinamiche delle formazioni bresciane già nelle ore successive alle partite della domenica. Dividiamo le squadre prescelte in conferme,sorprese,delusioni. Queste le nostre relative all'ultimo turno:
 
LA CONFERMA: Passirano
 
La cooperativa del gol franciacortina non si ferma nemmeno sul campo del Botticino e così dopo tre gare gli uomini di Casari si trovano al comando solitario della graduatoria. Analizzando il calendario, con due trasferte impegnative come quelle di Provezze e Botticino, c'è di che essere soddisfatti in casa biancoazzurra per i sette punti fin qui conquistati, frutto soprattutto di una verve offensiva che per ora nessuno nel girone sta dimostrando di possedere. I nove gol realizzati rappresentano il miglior dato del girone, solo il Rovizza, tra le bresciane impegnate in Terza, ha fatto meglio con dieci. Certo, le sei reti incassate un po' preoccupano, se si pensa che addirittura l'Azzano Mella, ultimo con zero punti, ne ha prese meno. A Passirano quest'anno ci si annoierà raramente.
 
LA SORPRESA: Nuove Legioni Calcinatesi
 
Il salto dal CSI alla FIGC sembra non aver creato particolari problematiche al sodalizio calcinatese, che anche nella nuova realtà si sta ben comportando come testimonia l'avvio di campionato tutto sommato positivo. Escludendo la pazza partita contro il Manerba, i ragazzi di mister Lecchi hanno ottenuto punti sia nella sfida con il Castiglione, dove hanno raccolto un buon pareggio, sia nel match interno disputato domenica contro il Serle, che solo fino a due stagioni fa lottava per salvarsi in Prima Categoria. Un abisso rispetto a dove si trovavano invece le Nuove Legioni, ma il calcio è bello perchè imprevedibile e infatti i calcinatesi sono riusciti nell'impresa di superare i più quotati rivali. La rete decisiva è arrivata quasi allo scadere. Segno che lo spirito guerriero e la voglia di combattere invocata dalla società in estate non sta mancando.
 
LA DELUSIONE: Flero
 
Partenza a rilento per i biancorossi, che dopo il buon campionato dello scorso anno si sono presentati ai nastri di partenza con il desiderio di migliorare, o quantomeno emulare, ciò che di buono era stato fatto. Per ora il piatto piange, perchè il Flero è ancora fermo a quota zero in graduatoria. E' vero, i ragazzi di Bracchi hanno già osservato il turno di riposo e quindi hanno giocato una partita in meno rispetto alla maggior parte del gruppone, ma qualcosa in più era lecito aspettarsi. Alla sconfitta di misura della prima giornata ha fatto seguito il pesante ko contro il Gabiano, in un match in cui il Flero non è di fatto mai entrato in partita. Il passaggio del turno in Coppa è motivo di soddisfazione, ora però bisogna cominciare a ingranare anche in campionato.
 

Banner Transped articoli

banner piccolo futbuk