Feralpisalò, tagli a vivaio e femminile. Sul Garda solo la scuola calcio

Redazione
 

Mentre la prima squadra della Feralpisalò si prepara ad affrontare i play-off di Serie C coltivando il sogno di una promozione nel campionato cadetto, sono in arrivo profondi cambiamenti relativi all'ambito giovanile e femminile.

 

La società gardesana ha infatti deciso di apportare dei tagli in seguito alla crisi economica scatenata dalla pandemia. Una riduzione delle spese necessaria e dolorosa, perché ha coinvolto innanzitutto il vivaio e il suo legame con il territorio.

 

 

A Salò, infatti, resterà attiva la scuola calcio, mentre le formazioni Under 9, 10, 11 e 12 spariranno. L'attività di base, in sostanza, verrà svolta a Brescia, mentre in riva al Garda ci saranno solamente i bambini dei gruppi piccoli amici e primi calci, nati dal 2013 al 2015.

 

 

La Feralpisalò ha rassicurato le famiglie garantendo l'intenzione di non perdere di vista i suoi ex tesserati, con il consiglio di indirizzarli verso società limitrofe ritenute di qualità per servizio e professionalità: Vighenzi, Virtus Feralpi Lonato, Prevalle, Voluntas Montichiari e Nuova Valsabbia, accordando peraltro con esse sconti del 20% sulla quota d'iscrizione 2020/2021 per i giocatori che hanno appena tolto la casacca verdeblù, al fine di garantire un risarcimento sui costi sostenuti dai genitori nell'arco di una stagione interrotta anzitempo a causa del virus.

 

Ridimensionamento anche in ottica femminile, dove si continuerà l'attività giovanile rinunciando però alla prima squadra dopo tre stagioni vissute tra Promozione ed Eccellenza.

 

 

 

Banner Transped articoli

banner piccolo futbuk