"Noi siamo il Brescia" approda a Gussago. Valetti: "Valore aggiunto"

Redazione
 

Il settore giovanile del Brescia piazza un'altra bandierina biancoblù sulla mappa della provincia. L'ennesima di un'estate vissuta all'insegna di nuovi legami con il territorio. Dopo Rigamonti, Rezzato e Alto Garda è il turno del Gussago.

 

L'ufficialità è arrivata con un comunicato diffuso sul sito ufficiale delle Rondinelle: "A partire dalla prossima stagione sportiva il Gussago Calcio 1981 farà parte del progetto #NOISIAMOILBRESCIA: un’alleanza tra 25 società territoriali (più di 10.000 famiglie bresciane) che nel tempo si sono legate al nostro settore giovanile e sono state coinvolte in momenti di formazione, test match e confronti extra campo. La società bianco-rossa, coordinata dal vice presidente Simone Valetti, negli ultimi anni si è evidenziata per un progetto giovanile sempre in crescita (350 tesserati a oggi) che vede al centro di ogni pensiero il giovane calciatore. Un altro step nella politica territoriale che il Brescia Calcio sta portando avanti giorno dopo giorno, promuovendo il suo programma di crescita del settore giovanile, nel segno dei colori biancoazzurri".

 

 

Valetti ha commentato così il nuovo accordo: "In questi anni i rapporti sono sempre stati ottimi. Abbiamo trovato in Paolo Migliorati un interlocutore presente e disponibile, abbiamo organizzato amichevoli e mantenuto un collegamento costante. Per noi il Brescia è il riferimento calcistico del territorio e siamo orgogliosi che ci abbiano scelto come centro di formazione. Ora la collaborazione sarà ancora più stretta".

 

 

Sui benefici che si presentano all'orizzonte nessun dubbio: "L'aspetto più importante sarà la possibilità di far crescere i nostri allenatori. Crediamo molto nella formazione, che a pioggia garantirà risvolti positivi su tutti i nostri tesserati, incrementando la qualità del servizio offerto e lo sviluppo della società".

 

Il progetto gussaghese proseguirà secondo le linee guida imbastite delle passate stagioni: "I risultati sono il frutto di ciò che si semina. La strada intrapresa anni fa è quella più lunga, che mira alla crescita dei ragazzi del territorio, senza fare selezione. I nostri 2006 sono reduci da un secondo posto di spessore in un girone con corazzate come Lumezzane, Voluntas Montichiari e Cellatica. La soddisfazione di avere una rosa composta per il 90% da giovani gussaghesi è stata grande. Continueremo in questa direzione, secondo un modello che diffonde principi comuni in tutte le categorie. La collaborazione con il Brescia sarà un valore aggiunto".

 

 

 

Banner Transped articoli

banner piccolo futbuk