Brescia, affiliazione nella Bassa con l'Unitas Olympia

Redazione
 

Pralboino, Gambara, Alfianello, Fiesse e Gottolengo. Cinque realtà unite che formano l'Unitas Olympia, società nata nel 2016 con il progetto "Giocare per Crescere".

 

Il sodalizio bassaiolo è entrato nell'orbita del Brescia Calcio aderendo a #noisiamoilbrescia, programma di affiliazione che si sta espandendo a vista d'occhio sul in provincia.

 

 

Christian Botturi e Paolo Migliorati hanno quindi piantato un'altra bandiera biancoblù sul territorio, in un'area di confine con il Mantovano e il Cremonese, strategica nell'ottica di un presidio della Bassa.

 

 

"Le società che fanno parte del nostro progetto coinvolgono un bacino di 25mila abitanti - racconta il responsabile dell'attività di base dell'Unitas Olympia Manuele Sedassari -. Abbiamo formazioni giovanili con annate pure dai piccoli amici fino agli Esordienti Under 13. L'attività agonistica prosegue a Pralboino fino alla Juniores. Una volta terminato il percorso giovanile i ragazzi hanno la possibilità di approdare in una delle nostre realtà, attualmente collocate tra Prima e Seconda Categoria. In prospettiva il sogno è creare una prima squadra dell'Olympia per garantire uno sbocco unitario".

 

La stretta di mano con il Brescia ha portato, nel frattempo, nuovi scenari e una forte ventata di entusiasmo: "L'affiliazione ci consentirà di far crescere i ragazzi, ma soprattutto allenatori, dirigenti e genitori, grazie ai percorsi formativi che rientrano nella programmazione. Credo che #noisiamoilbrescia sia un progetto concreto che possa offrire benefici reali e la possibilità di fare emergere i talenti bresciani. Noi siamo orgogliosi di farne parte".

 

 

 

 

 

Banner Transped articoli

banner piccolo futbuk