L'Accademia Foggia allarga i confini. Anche il Trenzano confluisce nel progetto

Redazione

Il rosso e il nero dell'Accademia Foggia si espandono a macchia d'olio nella Bassa.

 

Il progetto, sbocciato nel 2019 al Villaggio Sereno, è giunto rapidamente alla fase di maturazione. Dalla gestione di una piccola realtà giovanile, infatti, la proprietà è passata all'acquisizione del Barbariga di Seconda Categoria per garantire da subito uno sbocco a un vivaio che, nei programmi, avrebbe dovuto svilupparsi su un ampio bacino.

 

Dopo Bargariga, infatti, è stata la volta di Dello e Mairano, per poi arrivare - nei giorni scorsi - a mettere la bandierina dauna su Trenzano, quarta realtà che confluisce nel progetto. “C'è grande entusiasmo in società - racconta il responsabile del settore giovanile Andrea Morandi -. Il nostro piano sta prendendo forma, stiamo diventando una realtà importante. Oltre 130 ragazzi faranno parte della nostra realtà e non vogliamo fermarci qui. Intendiamo coinvolgere quei bambini e ragazzi bassaioli che sono finiti altrove. Garantiremo un'offerta sportiva e educativa di qualità, grazie a staff composti da allenatori qualificati”.

 

C'è grande attenzione a bambini e ragazzi, insomma, ma le ambizioni non mancano anche in ottica prima squadra. “Non vediamo l'ora di ripartire e di provare a scalare categorie, già dalla prossima stagione”.