Primavera 2, Brescia beffato nel recupero: l'Hellas vince il big match 4-3

Redazione

Era una partita carica di aspettative, sia per la rivalità tra le due squadre che per le posizioni di classifica, e così lo è stata. Hellas Verona-Brescia, sfida valevole per la 18esima giornata del campionato Primavera 2, è terminata 4-3 per gli scaligeri.

 

Una partita sbloccata subito dai ragazzi di Aragolaza con un bel diagonale di Manu dopo appena 8'. Immediata la risposta dei padroni che all'11' han rimesso tutto in equilibrio con Cancellieri. Il primo tempo, terminato sull'1-1, è stato comunque ricco di occasioni soprattutto per i gialloblù che hanno anche colpito un palo. L'avvio di ripresa è stato ancora più scoppiettante: al 50' rondinelle di nuovo avanti con Del Barba, al 54' pareggio degli scaligeri con Pierobon che, solamente 2' più tardi, sono riusciti a mettere la freccia grazie al secondo gol di Cancellieri. La leonessa non ci sta e al quarto d'ora gonfia la rete, per il 3-3, con Del Barba. La partita è tesa e l'equilibrio, purtroppo, si spezza solo al 91' quando il portiere del Brescia, su lancio di Turra, si fa sfuggire il pallone che carambola in rete.

 

HELLAS VERONA - BRESCIA 4-3 (8' Manu (B), 11',56' Cancellieri (HV), 50',60' Del Barba (B), 54' Pierobon (HV), 90+1' Turra (HV))

 

Hellas Verona: Patuzzo, Fornari, Agbugui (46' Bernardi), Coppola, Squarzoni, Ilie, Bertini, Terracciano (61' Turra), Yeboah (61' Elvius), Pierobon, Cancellieri. A disposizione: Jamal Eddine, Diaby, Bracelli, Calabrese, Nkosi Kansaku, Ferrarese, Jocic, Florio, Astrologo. Allenatore: Corrent.

 

Brescia: Rovelli, Boafo, Magri (46' Danesi), Mor, Castellini, Maccherini, Verzeni (46' Barazzetta), Bertoni, Parzajuk (58' Canciani), Manu, Del Barba. A disposizione: Prandini, Bacchin, Cristini, Trezza, Bianchetti. Allenatore: Aragolaza.

 

Arbitro: Federico Fontani.

 

Ammoniti: Danesi (B), Florio (HV).