Il Carpenedolo ci prova, ma l'Ospitaletto lo acciuffa. Finisce 2-2

Redazione

Poteva essere l'occasione giusta per salire sul treno delle prime della classe del girone C del campionato Juniores regionale A, ma Carpenedolo (nella foto) e Ospitaletto dividono la posta in palio e restano appaiate in classifica dopo una partita rocambolesca in cui hanno fissato il punteggio sul 2-2, con colpi di scena nel finale di partita.

 

Nel primo tempo l'Ospitaletto si fa apprezzare maggiormente. Gli uomini di Parzani pressano fin dai primi minuti, soffocando i tentativi di costruzione dal basso del Carpenedolo. Ad avere il merito di sbloccare il match, però, sono i padroni di casa, che al 19' passano in vantaggio grazie al gol di Castelnuovo.

 

La reazione ospite non si fa attendere e arriva puntuale cinque minuti più tardi con il bellissimo diagonale di Masskouri. Al 33' del primo tempo Boraschi viene espulso per doppia ammonizione, costringendo i suoi ad una seconda frazione di sofferenza. I cambi di Mister Binetti e la superiorità numerica portano il Carpenedolo ad alzare il proprio baricentro e mettere in più occasioni in difficoltà il portiere ospite Corsini.

 

Al 57' il gol di Pasinetti viene annullato per fuorigioco, mentre Garletti e Peroni sfiorano in un paio di situazioni il vantaggio. Esaurita la sfuriata carpenedolese, l'Ospitaletto si dimostra sempre vivo, andando vicino al colpaccio col neoentrato Rossi, che sfiora per pochi centrimetri l'insperata rete.

 

Quando la partita sembra avviata sul risultato di 1-1 succede l'impronosticabile. Carlenzoni colpisce di mano in area di rigore, spingendo l'arbitro Mombelli a decretare un tiro dagli undici metri in favore dei padroni di casa. Silvestri è implacabile dal dischetto e con pochi minuti da giocare l'Ospitaletto sembra condannato ad una immeritata sconfitta, vista la prestazione convincente. Gli uomini di mister Parzani, però, ancora una volta, dimostrano di volere a tutti i costi uscire dalla disputa con almeno un pareggio. Punto prezioso che gli arancioblù guadagnano a seguito del rigore calciato da Longhi, scaturito da un fallo di "confusione" in area castenedolese.

 

Il finale di partita è contraddistinto da nervosismo e cartellini a raffica, con Rossi costretto a lasciare il campo per un fallo da espulsione.

 

POST PARTITA

 

Mister Gianpietro Binetti, carpenedolese, non nasconde il proprio rammarico: "Dal punto di vista della prestazione non sono soddisfatto fino in fondo. La mia squadra, come chiedo sempre, ha cercato di giocare sempre il pallone, indipendentemente dall'inferiorità numerica dell'Ospitaletto, e questo mi è piaciuto. Dal punto di vista del carattere oggi è mancato qualcosa. Gli episodi ci hanno condannato ma è stata colpa nostra. Purtroppo non abbiamo avuto l'attenzione e la malizia necessaria, e a questi livelli gli errori si pagano".

 

Sul risultato: "Secondo me oggi abbiamo perso due punti. Lo dico perchè, a parer mio, abbiamo dei giocatori che hanno un livello tecnico molto alto che oggi hanno mostrato solo a sprazzi. Per tirare fuori tutte le proprie potenzialità questa squadra deve migliorare sotto l'aspetto mentale e di sacrificio".

 

Sugli obiettivi del Carpenedolo: "I punti mi interessano poco. Il nostro obiettivo è vincere tutte le partite, al di là dell'avversario che abbiamo di fronte. Poi il resto viene da sè. Inizieremo a fare i conti alla fine del girone d'andata. In questa categoria guardare la classifica è sbagliato, le squadre cambiano spesso a causa delle quote che salgono in prima squadra".

 

Mister Parzani, tecnico dell'Ospitaletto, è invece soddisfatto dell'atteggiamento dei suoi: "Posso solo fare i complimenti ai miei ragazzi. Quando giochi quasi un'ora in inferiorità numerica e porti a casa dei punti vuol dire che hai dato tutto. Mi tengo stretta la reazione di tutto il gruppo, soprattutto dopo il gol del 2-1 che a cinque minuti dalla fine avrebbe ammazzato chiunque. Invece noi siamo riusciti rabbiosamente ad agguantare il pareggio, e meritatemente".

 

Sul risultato: "Non voglio sbilanciarmi, ma visto lo stato mentale e fisico in cui siamo in questo momento forse in undici contro undici avremmo vinto la partita. Non recrimino su nulla, i miei ragazzi sono un gruppo fantastico che anche in allenamento danno il 110%. Sono contento".

 

Sugli obiettivi dell'Ospitaletto: "Purtroppo non conosco bene tutte le nostre avversarie. Mi risulta difficile fare una stima rispetto a dove possiamo arrivare. So solo che contro la capolista Vighenzi abbiamo pareggiato contro una squadra imbattuta, e che oggi abbiamo fatto una prestazione maiuscola contro un Carpenedolo lanciatissimo. Dato per assodato tutto ciò penso che in futuro potremo fare sempre meglio".

 

CARPENEDOLO-OSPITALETTO (2-2)
19' pt Castelnuovo (C), 26' pt Masskouri (O), 85' Silvestri (C), 88' Longhi (O).

 

CARPENEDOLO (4-2-3-1): Suardi 6; Cavalca 6, Cavalleri 6, Silvestri 7, Castelnuovo 7 (dal 38' pt Schlang 6); Rizzini 7, Boarin 6; Groppelli 6 (dal 50' Peroni 6.5), Dolci 6.5 (dal 85' Olivari s.v.), Romano 6 (dal 45' pt Garletti 6.5); Pasinetti 6.5 (dal 66' Zagato 6). A disposizione Magri, Alberti, Prince, Garletti, Zagato, Schlang, Pasqualini, Peroni, Olivari. All. Binetti.

OSPITALETTO (4-3-1-2): Corsini 7; Pecoraro 6, Spada 6.5, Bertoni 6.5, Carlenzoni 6; Longhi 7.5, Boraschi 6, Angoli 6; Santini 6.5 (dal 66' st Rossi 6); Casanova 6 (dal 61' Maggi 6, dal 92' Abeni s.v.), Masskouri 7 (dal 80' Veraldi s.v.). A disposizione Ferrari, Veraldi, Garbellini, Aloe, Abeni, Filippi, Passarella, Rossi, Maggi. All. Parzani.

 

Arbitro: Mombelli sezione di Brescia.

Ammoniti: 24' pt Boraschi (O), 42' pt Cavalca (C), 75' Schlang (C), 76' Peroni (C), 79' Dolci (C), 85' Carlenzoni (O), 87' Angoli (O), 88' Cavalleri (C).

Espulsi: 33'pt Boraschi (O), 90' Rossi (O).