Corini, messaggio alla società: "Salvezza? Occorre una riflessione sulle armi a disposizione"

Redazione

Nel mezzo del cammin del campionato Eugenio Corini incassa la sconfitta più pesante della sua gestione e traccia un bilancio tra passato, presente e futuro lanciando messaggi chiari alla società.

 

"Mi sono sempre assunto le mie responsabilità e continuerò a farlo fino alla fine, dando il massimo per questa squadra e per l'obiettivo salvezza, che intendiamo centrare a tutti i costi. Al termine di un girone d'andata in cui abbiamo racimolato solo 14 punti e in cui siamo sempre stati in zona rossa, tuttavia, è necessaria una riflessione, soprattutto dopo un risultato come questo. Bisogna essere chiari e capire come si vuole affrontare il ritorno, devo capire quali armi è possibile utilizzare per consentire al Brescia di restare in Serie A".

 

Nei pregi degli avversari evidenziati dal tecnico ci sono le carenze del Brescia: "La Sampdoria ha personalità, forza fisica, giocatori di esperienza che sanno indirizzare le partite. Ci hanno messo in difficoltà, anche se fino al 3-1 siamo comunque rimasti in partita. Da lì in poi è stata un'altra gara, abbiamo perso convinzione, distanze, ordine e loro hanno ottenuto un 5-1 che ritengo eccessivo nelle proporzioni".

 

Sul cammino svolto fin qui Corini prova a dare una scossa alla squadra: "Abbiamo assistito ad un percorso di crescita che ha consentito a parecchi giocatori di calarsi in un campionato di Serie A difficile. Nonostante ciò ce la siamo sempre giocata con tutti, anche se il bottino raccolto non è soddisfacente. Ora dovremo alzare ulteriormente l'asticella. Mercato? Ovviamente ne parlo con la società, che sta valutando come potenziare la rosa. Vediamo...".

 

 

Banner Transped articoli

banner piccolo futbuk