Sondaggio CBS: è Balotelli il sogno dei nostri lettori

Redazione

Al netto delle follie, degli amici in mare in motorino, dell'arroganza in campo, di tutti gli eccessi che da quando è diciottenne diventano epiteti del suo stesso nome, Mario Balotelli è il calciatore che voi lettori avete scelto come vincitore del nostro sondaggio Facebook.

 

Insomma, nonostante prenderlo (ammesso sia possibile farlo, economicamente parlando) significherebbe accollarsi l'intero pacchetto, comprendente bonus e malus in egual misura ed estremi, voi tifosi bresciani di CBS continuate a credere nel talento locale più fulgido di quest'età calcistica contemporanea. Forse è proprio la sua brescianità che l'ha posto abbastanza nettamente in cima ad una lista che comprendeva anche Boateng, Caceres, Giaccherini, Sau e Viviano (cresciuto sì tra le Rondinelle, ma toscano d'origine), forse semplicemente lo zenit di talento che Balo ha fatto intravedere nel suo lungo pellegrinare professionistico.

 

Il classe '90, svincolato dopo l'ultima stagione al Marsiglia, potrebbe essere realmente protagonista di un ritorno a casa? Potrebbe essere lui l'acquisto simbolo della gestione Cellino, rilanciata da un approdo in Serie A condotto in carrozza, andando ragionevolmente oltre le logiche aspettative degli addetti ai lavori, dentro e fuori la piazza? Oppure il rischio dell'implosione rimarrebbe troppo alto e non sostenibile per una squadra che punta alla salvezza da neopromossa? A 29 anni da compiere tra un mese esatto, Balotelli può aver raggiunto un qualche tipo di stabilità nella vita che lo possa far rendere al meglio in campo, senza turbare gli equilibri di uno spogliatoio? Lo stesso Mario accetterebbe una sfida stimolante sì, soprattutto dal punto di vista ambientale, ma comunque di un peso specifico tecnico decisamente inferiore a quelle affrontate nel corso della sua già lunga carriera da pro? Ad ognuno di noi vengono in mente altre mille domande che celano altrettanti dubbi, eppure l'idea stuzzica, divide, e per il soggetto in questione non può che essere così.

 

Com'è o come non è, il 52,4% di voi ha scelto il ragazzo nato a Palermo e cresciuto nel Lumezzane, bresciano a tutti gli effetti, come dimostra la sua stessa cadenza fonetica. L'altra faccia della luna è l'altro attaccante puro messo nei sei, Marco Sau, che raccoglie un misero 0,5%. Il secondo più votato è un altro giocatore dal pedigree molto importante, nazionale ghanese con picchi di carriera nelle esperienze al Milan e al Barcellona (dove tuttavia non ha praticamente toccato il campo di gioco): Kevin-Prince Boateng per il 25,5% può essere perfetto per supportare una prima punta, meglio di Emanuele Giaccherini (5,1%), che tuttavia forse sarebbe l'obiettivo di mercato più facilmente raggiungibile per quanto riguarda la rosa proposta.

 

Più voti del Giak li raccoglie addirittura Emiliano Viviano (5,4%), un portiere che sarebbe un top per tante squadre di A; nonostante ciò, l'arrivo in settimana di Jesse Joronen dal Copenaghen si frappone decisamente al possibile ritorno del fiesolano. A salire sul podio, infine, è l'unico difensore disponibile alla scelta, Martìn Caceres (8%). Spirito charrùa, duttilità tattica, grandissima esperienza, anche nei top club, buonissima qualità, ma anche una fragilità atletica che spesso ha minato le stagioni dell'uruguagio.

 

A conti fatti, sembrate tutti d'accordo nel considerare che, accanto ai nomi dal basso appeal pescati in giro per l'Europa, pronti a sorprendere la piazza partendo da uno status da low profile, serva altresì un giocatore di spessore ed esperienza superiori che possa trainare un'intera squadra, ambendo a diventare il nuovo beniamino dei bresciani, tornati meritatamente nella massima serie. All-in su Mario Balotelli quindi, prendiamoci il pacchetto completo e vinciamo questa scommessa ardita e rivoluzionaria.

 

Matteo Carone