Il Brescia torna a volare. Poker al Pordenone e classifica intrigante

Redazione

Salvezza ormai in cassaforte e play off a portata di mano. Il Brescia riscatta immediatamente la sconfitta con la Salernitana e centra la quinta vittoria nelle ultime sei gare. 

 

Contro un Pordenone indebolito dal periodo di inattività e dalle numerose assenze causa Covid, la leonessa è spietata. Clotet schiera Jagiello e Pajac alle spalle di Ayé nel suo modulo ad albero di Natale. Fa rumore l'assenza di Donnarumma, che non siede nemmeno in panchina. Chi scende in campo, però, dà il massimo fin dai primi minuti. 

 

Il Brescia parte forte ed è protagonista di 15 minuti da urlo. Alla prima occasione è subito gol, con l'uomo del momento che sale in cattedra: Emanuele Ndoj cerca e trova l'incrocio dei pali con un destro a giro delizioso che non lascia scampo a Bindi. Qualche minuto per assorbire la gioia del vantaggio ed è già tempo di esultare di nuovo, con Cistana che scarica il pallone in rete sugli sviluppi di un calcio d'angolo.

 

Gara indirizzata sui giusti binari, dunque, con il timore di un approccio troppo morbido messo subito nel dimenticatoio. A tenere alta la tensione ci pensa il Pordenone, che al 20' riapre la contesa con Musiolik, la cui conclusione fulmina Joronen.

 

Il Brescia, tuttavia, è sul pezzo. Tiene in mano il pallino del gioco e produce occasioni peccando di imprecisione con Ayé, Jagiello e Bisoli. Il tris è nell'aria e arriva poco prima dell'intervallo con lo scatenato Ndoj, che prova ancora il pezzo forte del suo repertorio: destro a giro e palla che carambola sul palo prima di siglare il 3-1.

 

La ripresa è ordinaria amministrazione, con il Pordenone che prova a rendere meno amaro il passivo, ma senza creare veri e propri pericoli in zona gol. La girandola di sostituzioni garantisce forze fresche alle rondinelle, che mettono la ciliegina sulla torta con Labojko, in gol con un bel diagonale su assist di Mateju.

 

I risultati della 31a giornata e la classifica aggiornata

 

BRESCIA - PORDENONE 4-1

 

Reti: Ndoj al 9′ e al 39′, Cistana al 15′, Musiolik al 20′, Labojko all’88’.

 

BRESCIA (4-3-2-1): Joronen; Karacic (35′ st Mateju), Cistana, Mangraviti, Martella; Bisoli (35′ st Bjarnason), Van de Looi, Ndoj (21′ st Labojko); Pajac (12′ st Spalek), Jagiello; Ayè. All. Clotet.

 

PORDENONE (4-3-1-2): Bindi; Berra, Stefani, Barison, Chrzanowski (26′ pt Bassoli); Magnino, Misuraca (21′ st Pasa), Zammarini (31′ st Calò); Biondi (21′ st Scavone); Ciurria (31′ st Butić), Musiolik. All. Tesser.