Il sogno play-off continua. Un bel Brescia s'impone sulla Spal

Redazione

Vittoria importante per il Brescia, che supera l'ostacolo Spal in modo brillante e prosegue la sua rincorsa alla zona play-off.

 

Clotet sceglie il modulo ad "albero di Natale" per le Rondinelle, con Ayé unica punta sostenuto da Ragusa e Bjarnason. Rastelli replica con un 4-3-1-2 trascinato dalla coppia Strefezza - Paloschi.

 

La partita è vivace fin dalle prime battute. Entrambe le squadre cercano la via del gol e le occasioni non mancano. A rompere gli equilibri ci pensa Bjarnason, che si conferma l'uomo della rinascita biancoazzurra. Il centrocampista islandese al 28' risolve una mischia nell'area avversaria con una conclusione vincente in controbalzo. L'1-0 a un quarto d'ora dall'intervallo spinge la Spal a premere sull'acceleratore, mentre il Brescia si compatta per difendere il prezioso vantaggio. Dickmann, Paloschi e Murgia pungono dalle parti di Joronen, ma la Leonessa resiste.

 

Nella ripresa il Brescia dimostra di essere sul pezzo. La squadra insicura e priva di coraggio di qualche mese fa è un lontano ricordo. Cistana e compagni non si accontentano del vantaggio minimo e vanno a caccia del raddoppio, trovandolo al 18' con il solito Ayé, che scaglia il pallone nell'angolo sfruttando nel migliore dei modi l'assist di Ragusa.

 

La gioia del raddoppio, tuttavia, svanisce in fretta perché alla prima palla buona la Spal riapre il match. Bastano due minuti a Strefezza per rimettere in gara i suoi con un gran tiro a giro che s'infila all'incrocio dei pali.

 

Clotet mescola le carte con gli ingressi di Donnarumma e Jagiello ed è proprio l'ex Genoa a trovare l'acuto che chiude definitivamente i conti per un 3-1 che conferma la bontà del lavoro di Clotet e consente al Brescia di continuare a puntare in alto.

 

BRESCIA - SPAL 3-1

 

Marcatori: pt 28' Bjarnason; st 18' Ayé, 20' Strefezza, 34' Jagiello.

 

BRESCIA: (4-2-3-1) Joronen; Mateju, Cistana, Mangraviti, Martella (32' st Pajac); Van de Looi, Ndoj (24' st Jagiello), Bisoli; Ragusa (24' st Donnarumma, Bjarnason; Ayé (35' st Labojko). (Andrenacci, Karacic, Semprini, Papetti). All. Clotet.

 

SPAL: (4-3-1-2) Berisha; Dickmann (1' st Sala), Tomovic, Okoli, Sernicola (37' st Spaltro); Segre (37' st Asencio), Esposito, Mora; Murgia (15' st Di Francesco); Strefezza, Paloschi (15' st Floccari). (Thiam, Gomis, Ranieri, Missiroli, Attys). All. Rastelli.