Venezia-Cittadella finisce 1-1, i lagunari tornano in A dopo 19 anni

Redazione

E' il Venezia di Paolo Zanetti la terza ed ultima squadra a salutare la Serie B per volare nel paradiso della Serie A e ad aggregarsi quindi all'Empoli e alla Salernitana che avevano centrato la promozione al termine della regular season.

 

Eppure, nella finale di ritorno disputatasi allo stadio Penzo, erano stati gli uomini di Venturato a portarsi in vantaggio grazie al gol di Proia bravo, dopo 26', a sfruttare l'assist di capitan Iori (che ieri ha abbandonato il calcio). La partita è sembrata mettersi in discesa per il Citta che dal 36' del primo tempo ha anche giocato in superiorità numerica a causa del doppio giallo che Orsato aveva sventolato davanti agli occhi di Mazzocchi. Il Venezia ha però saputo resistere alla grande e al 93' ha addirittura siglato il gol della sicurezza con Bocalon, più che mai profeta in patria visto che è nato a pochi passi dal Penzo, su assist di Maleh. Dopo 19 anni, caratterizzati da un doppio fallimento e dalla ripartenza dalla Serie D, gli arancioneroverdi (foto dalla pagina Facebook del Venezia Calcio) sono tornati nella massima serie.