Tre su tre. Il Brescia non sbaglia un colpo e stende l'Alessandria

Redazione

Il Brescia non si ferma più e centra la terza vittoria consecutiva, confermando l'ottimo avvio di stagione anche dopo la sosta delle nazionali.

 

Vittoria esterna netta per la formazione di Inzaghi, ancora una volta autorevole nella gestione del match e disinvolta in fase offensiva, soprattutto nella ripresa. Fanno sorridere i gol dei nuovi acquisti Leris e Palacio, firme del successo sull'Alessandria insieme a Jagiello.

 

Nel primo tempo il Brescia non brilla e i padroni di casa riescono a pungerlo in più occasioni, ma Joronen è insuperabile nel faccia a faccia con Corazza e pure sulla rovesciata dell'attaccante. Il portiere finlandese abbassa la saracinesca anche sulla conclusione ravvicinata di Bruccini.

 

Il motore biancoblù inizia a girare a dovere dopo l'intervallo e al 10' il risultato si sblocca grazie al cross di Pajac deviato in rete da Leris. Le rondinelle provano a raddoppiare con Bisoli, mentre i piemontesi replicano con Palombi, ma a esultare è Jagiello, che trafigge Pisseri con un bel tiro al volo. La pratica sembra archiviata, ma Corazza accorcia le distanze dopo una manciata di minuti appoggiando il pallone in rete dopo il palo colpito da Marconi.

 

Il Brescia serra i ranghi e nel finale mette il timbro sul successo con Palacio, ben innescato da Cavion.

 

In attesa dei risultati di Cittadella e Pisa vetta della classifica confermata e a punteggio pieno, dunque, al momento in condivisione con l'Ascoli. Il prossimo impegno sarà venerdì sera al Rigamonti contro il Crotone.

 

ALESSANDRIA - BRESCIA 1-3

Reti: 55' Leris, 69' Jagiello, 73' Corazza, 93' 

ALESSANDRIA (3-5-2) Pisseri; Mantovani (71' Celesia), Di Gennaro, Parodi; Mustacchio, Chiarello (61' Orlando), Casarini, Bruccini (61' Milanese), Beghetto (61' Lunetta); Corazza, Palombi (71' Marconi). (Russo, Arrighini, Ba, Benedetti, Kolaj, Palazzi, Pierozzi). All. Longo.

BRESCIA (4-3-2-1) Joronen; Mateju, Cistana, Mangraviti, Pajac; Leris (85' Papetti), Van de Looi, Bertagnoli (46' Bisoli); Jagiello (79' Cavion), Tramoni (59' Palacio); Bajic (59' Moreo). Linner, Karacic, Labojko, Ndoj, Olzer, Spalek, Huard. All. Inzaghi.