Léris e Moreo illudono, Mulattieri entra e la riprende. Brescia-Crotone finisce 2-2

Redazione

Niente quarta vittoria di fila per il Brescia che nell'anticipo della quarta giornata di Serie B pareggia 2-2 contro il Crotone dopo essere andato in vantaggio per 2-0. Rondinelle avanti con Lèris e Moreo, decisivo l'ingresso in campo di Mulattieri.

 

Primo tempo piacevole al Rigamonti: il Brescia si fa vedere con alcune fiammate, mentre il Crotone occupa con maggiore costanza la metà campo avversaria e la dimostrazione lo sono i 6 corner in 45'. Vulic prova a sorprendere tutti sul secondo palo sugli sviluppi di un corner, Mangraviti è provvidenziale quando, in un due contro uno, interviene in scivolata murando la conclusione di Maric. Léris fa le prove generali a metà primo tempo quando punta Paz e calcia alto di poco, poi al 35' ecco l'evento che sblocca il match: Bajic parte sul filo del fuorigioco, Canestrelli cade a terra e libera una prateria all'attaccante bosniaco che da sinistra crossa e pesca Léris che in scivolata appoggia in rete. I Pitagorici non ci stanno e provano immediatamente a riequilbrare l'incontro, ma non riescono ad approfittare di alcune imprecisioni come quella commessa da Mangraviti nel finale di primo tempo.

 

Il secondo tempo inizia con l'esordio di Linner che prende il posto di Joronen vittima, ancora nel primo tempo, di una scivolata pericolosa e in netto ritardo da parte di Nedelcearu. La squadra di Modesto prova a costringere nella propria metà campo quella di Inzaghi ma non riesce ad essere realmente pericolosa, mentre lo è Bajic quando al 53' riceve palla da Jagiello per difenderla, girarsi e calciare trovando però una deviaizione che gli nega il gol. Il Crotone decide quindi di inserire Mulattieri (a sorpresa in inizialmente in panchina) che prende il posto dell'ex Benali; le rondinelle rispondono con l'ingresso in campo di Moreo e Palacio. Al 63' Kargbo manda fuori giri Mateju con una doppia sterzata ma Maric non riesce a concretizzare la bella giocata del 24 rossoblù, mentre le accelerazioni di Lèris creano scompiglio nella formazione calabrese e al 65' è Festa a negare la doppietta all'ex Samp. Il gol del raddoppio è nell'aria e arriva al 68' dopo un corner nato da una bella giocata di Palacio che aveva liberato Pajac. Ma torniamo al corner: Jagiello batte dalla bandierina, Moreo prende il tempo a tutti e trafigge Festa con un colpo di testa. Partita chiusa? No. La formazione calabrese riapre l'incontro 3' più tardi con un bel colpo di tacco da parte di Maric che premia l'inserimento centrale di Mulattieri il quale, dopo aver sorpreso Cistana e Mangraviti, batte Linner nell'uno contro uno. L'incisività di Mulattieri riceve ancora più conferme all'83' quando l'attaccante numero 9 risolve una mischia siglando il 2-2. Entrambe le squadre nel finale vogliono vincere la partita, ma nessuna delle due riesce a prevalere.

 

BRESCIA - CROTONE 2-2 (35' Léris, 68' Moreo, 71' Mulattieri, 83' Mulattieri)

 

BRESCIA (4-3-2-1): Joronen (46' Linner); Mateju (75' Papetti), Cistana, Mangraviti, Pajac; Léris, Van de Looi, Bertagnoli; Jagiello (75' Bisoli), Tramoni (60' Palacio); Bajic (60' Moreo). A disposizione: Linner, Karacic, Chanchellor, Ndoj, Spalek, Palacio, Moreo, Labojko, Cavion, Bisoli, Olzer, Papetti. Allenatore: Inzaghi.

 

CROTONE (3-4-2-1): Festa; Nedelcearu, Canestrelli, Paz; Mogos, Estevez (80' Donsah), Vulic, Molina (46' Molina); Kargbo (80' Oddei), Benali (58' Mulattieri); Maric. A disposizione: Contini, Saro, Cuomo, Visentin, Mondonico, Mulattieri, Donsah, Oddei, Zanellato, Giannotti, Sala, Schirò. Allenatore: Modesto.

 

Arbitro: Giacomo Camplone. Assistenti: Salvatore Longo-Vito Mastrodonato. Quarto uomo: Francesco Luciani.

 

Ammoniti: Nedelcearu (C), Mateju (B), Benali (C), Mogos (C), Donsah (C).