Il Montichiari semina, la Feralpi Salò raccoglie

Redazione

montichiari_feralpi_sal1MONTICHIARI 0
FERALPI SALO' 1

MONTICHIARI: (4-4-2) Brignoli 5,5; Verdi 6,5, Zaffagnini 6, Antoniacci 6, Guatta 6; Muchetti 6,5, Fusari 6,5, Selvatico 6,5, Di Quinzio 6 (1' st Florian 6); Dimas 6,5, Bertazzoli 6,5. (Gambardella, Bettenzana, Filippini, Bonometti, Saleri, Negrello). Allenatore: Ottoni 6,5.
FERALPI SALO': (4-3-3) Branduani 6; Sberna 6,5, Colicchio 6,5, Leonarduzzi 7, Savoia 6,5; Baggio 6 (14' st Zanola 6), Sella 7, Oretti 6,5 (14' st Muwana 6); Bracaletti 7, Graziani 6 (20' Bonaccorsi 6), Quarenghi 6. (Gargallo, Pianetti, Coppiardi, Mantovani). Allenatore: Rastelli 6,5.
 
Arbitro: Peretti di Verona 6,5.
Rete: 27' pt Bracaletti.
Migliori in campo: Dimas (Montichiari); Bracaletti (Feralpi Salò).
Note: ammoniti Colicchio, Sberna, Fusari, Quarenghi, Antoniacci, Zanola, Branduani; espulso Colicchio al 20' st doppia ammonizione. Recupero 1' e 4'.
MONTICHIARI – La squadra di Ottoni fa la partita, quella di Rastelli la vince. Il primo derby della stagione di Seconda Divisione finisce con il risultato preferito dalla Feralpi Salò: vittoria per 1-0. I gardesani ottengono il quarto successo consecutivo con il medesimo punteggio mettendo in mostra ancora una volta la solidità della loro difesa ed il cinismo di un attacco che – seppur orfano di Rossetti – ha dimostrato di avere le carte in regola per far male. Rastelli disegna il tradizionale 4-3-3 ed al posto dell'attaccante argentino schiera Graziani, supportato da Bracaletti e Quarenghi. Ottoni conferma la formazione vittoriosa a Lecco. Accanto a Dimas c'è Bertazzoli.
Il primo brivido del match è al 7', quando Branduani effettua un'uscita maldestra sul cross di Muchetti. Il numero uno gardesano, tuttavia, si riscatta immediatamente respingendo una bordata di Dimas da fuori area. L'attaccante brasiliano è la spina nel fianco della rocciosa difesa ospite. All'11' conquista un calcio di punizione dal limite e s'incarica della battuta: la sfera scavalca la barriera ma termina la sua corsa a lato.
La Feralpi Salò opta per una strategia attendista, e quando riparte in velocità fa paura. Al 17' Graziani e Bracaletti cercano di tagliare a fette la retroguardia avversaria con una serie di scambi stretti, ma senza l'esito sperato. Dalla parte opposta, invece, Bertazzoli salta due avversari e cerca l'angolo più vicino, ma Branduani è attento.
Alla prima vera palla gol la Feralpi Salò trova il vantaggio. È il 27' quando Sella conquista palla nei pressi della propria metà campo e trasforma l'azione da difensiva ad offensiva: galoppata palla al piede ed assist per Bracaletti che trafigge Brignoli con un destro preciso in diagonale.
Il Montichiari non si scompone e continua a tenere in mano il pallino del gioco sfiorando subito il pari con Bertazzoli, che addomestica un cross di Verdi e calcia a botta sicura. Colicchio smorza il tiro e la palla sbatte contro il palo interno. Ci prova anche Dimas, che si avventura in una serpentina irresistibile ma trova il solito Branduani a negargli la gioia del gol. Anche Fusari partecipa all'assalto monteclarense innescando Muchetti che pesca in area Bertazzoli, ma il tiro del numero nove è impreciso.
Nella ripresa Ottoni tenta il tutto per tutto e gioca la carta Florian passando al tridente con il sacrificio di Di Quinzio, ma a sfiorare il gol sono gli ospiti con il traversone di Savoia e la zuccata alta di Graziani. Anche Baggio prova a far valere il suo strapotere fisico nel gioco aereo, ma non centra lo specchio della porta.
Al 20' la Feralpi Salò resta in dieci. Colicchio, infatti, stende Dimas e becca il secondo giallo concedendo una punizione agli avversari sulla zolla preferita da Dimas, ma Branduani risponde presente. Il Montichiari si riversa nella metà campo avversaria facendo valere la superiorità numerica e la supremazia nel possesso palla, ma i verdazzurri si compattano e corrono ben pochi rischi. Muchetti e Selvatico cercano il gol dalla distanza senza fortuna. Anche i tentativi di sfondamento palla al piede di Dimas e dello stesso Muchetti non sortiscono effetto, e dopo il disperato quanto inefficace inserimento di Fusari in pieno recupero la Feralpi Salò può festeggiare il primato in classifica a punteggio pieno, con il turno di riposo già osservato e con una difesa imbattuta da 360 minuti.
Al Montichiari resta l'amarezza per aver raccolto meno di quello che avrebbe meritato, ma la consapevolezza di aver disputato una prova onorevole contro la squadra più forte del girone.
Bruno Forza