Doppio D'Orazio e la Feralpisalò centra la seconda vittoria in 4 giorni

Redazione

Ha il volto pulito e determinato di Ludovico D'Orazio il presente della Feralpisalò: una doppietta del ventenne di Sora regala i 3 punti ai Leoni del Garda nel recupero della 17a giornata di Serie C, giocata a Carpi nel pomeriggio.

 

L'esterno d'attacco, cresciuto nelle giovanili di Frosinone e Roma, da quando è arrivato a Salò ha dimostrato di avere qualcosa di speciale, mettendo a disposizione della squadra il suo talento a prescindere dai minuti di impiego. Contro un Carpi in difficoltà, reduce da un cambio in panchina e dai 5 gol subiti domenica nella trasferta con la Sambenedettese, mister Pavanel trova una bella conferma della crescita dei suoi ragazzi, che danno continuità al successo esterno di sabato con l'Arezzo, si prendono altri 3 punti e salgono a quota 32 in classifica, a -8 dalla capolista Südtirol.

 

A guidare l'attacco del Carpi c'è l'ex Caio De Cenco, trasferitosi in Emilia poche settimane fa; in panchina l'ex enfant prodige milanista Hachim Mastour, che entrerà ma non ripeterà il match con gol trovato domenica a San Benedetto del Tronto. Pavanel sceglie il 4-3-3 con D'Orazio al posto di Guerra rispetto alla partita di Arezzo. Una scelta che paga già nel primo tempo, perché il numero 19 trova per ben 2 volte la via del gol. Al 17' pulisce una palla vagante in area e la scarica in rete; al 41' si ripete su invito di Scarsella. Nemmeno il tempo di festeggiare che i biancorossi accorciano, con Bellini.

 

Scarsella, Miracoli, Carraro, Ceccarelli, D'Orazio: sono sempre verdeblu le occasioni per le quali il punteggio potrebbe cambiare. La Feralpi dimostra quindi anche una certa maturità nel non rinunciare al gioco e a costruirsi chance per chiudere i discorsi, piuttosto che limitarsi a difendere il vantaggio. Al Carpi manca fiducia e nemmeno con la spinta della panchina riesce ad agganciare i rivali. Il contrario: nel finale il neo entrato Marcellusi nel giro di 10 minuti si becca due gialli, lasciando i suoi con l'uomo in meno. Ma ormai la gara va verso il suo epilogo, che premia a merito i salodiani.

 

Soddisfazione e concentrazione per le prossime sfide, questo si respira fuori dagli spogliatoi nel dopo partita, a partire dal timoniere, Massimo Pavanel: «Vittoria voluta, sofferta, meritata. Abbiamo preso 3 punti su tutti ed era fondamentale. Deve essere la molla necessaria per continuare a migliorare come stiamo facendo. Sono molto contento dei ragazzi, hanno fatto una gran partita contro un avversario per nulla facile. Ora testa al Matelica. Siamo sulla rampa di lancio per entrare a piedi pari sul campionato».

 

Parole di circortanza per il giovane man of the match, Ludovico D’Orazio: «Complimenti alla squadra per la partita bellissima. Mi hanno aiutato i compagni in questa doppietta, mi hanno messo in condizione di fare due gol. Domenica prossima dobbiamo dare continuità e riscattare la sconfitta dell’andata, che ci aveva buttati un po’ giù. Serve la miglior prestazione da parte di tutti». Gli fa eco un altro millennial, Federico Bergonzi: «Venivamo da sei partite difficile, dove è mancato il risultato ma non la prestazione. Abbiamo ottenuto due vittorie importanti per rilanciarci verso il nostro obiettivo. Il Matelica è attaccata a noi come punti, sarà un’altra battaglia. La squadra ci aiuta a crescere in settimana e per noi giovani è importantissimo. Questo si riflette poi in partita».

 

Carpi - Feralpisalò 1-2

 

CARPI (3-5-2): Rossini; Sabotic, Venturi, Varoli (28’ st Giovannini); Erolani (39’ st Marcellusi), Bellini (46’ st Bayeye), Ghion, Fofana (1’ st Mastour), Llamas (39’ st Lomolino); Ferretti, De Cenco. (Rossi, Pozzi, Maurizi, Giovannini, Offidani, Salata, Marino, Ceijas). Allenatore Luciano Foschi.

FERALPISALÒ (4-3-3): De Lucia; Bergonzi, Legati, Farabegoli, Brogni; Carraro (17’ st Hergheligiu), Scarsella, Guidetti; D’Orazio (23’ st Morosini), Ceccarelli (40’ st Petrucci), Miracoli. (Liverani, Giani, Iotti, Bacchetti, Tulli, Pinardi, Gavioli, Rizzo, Guerra). Allenatore Massimo Pavanel.

ARBITRO: Francesco Carrione di Castellammare di Stabia.

ASSISTENTI: guardalinee Andrea Niedda e Gianluca D’Elia di Ozieri; quarto uomo Daniele De Tommaso di Rimini.

RETI: pt 17', 41' D'Orazio (F), 44' Bellini (C).

NOTE: Espulso Marcellusi (C) al 49' st per doppia ammonizione. Ammoniti Fofana (C), Scarsella (F), Guidetti (F), Carraro (F), Mastour (C), Venturi (C), Giovannini (C), Marcellusi (C). Recupero: 0' e 4'.