Riparte piano la Feralpisalò: 0-0 a Ravenna nel posticipo

Redazione

La Feralpisalò si trova in una fase cruciale della sua stagione. Dopo aver battuto l'ex capoclassifica Südtirol a Bolzano ed essere incappata nella sconfitta interna contro la nuova numero 2 della classe, il Modena, la squadra di Massimo Pavanel si preparava ad entrare in un trittico di match sulla carta favorevoli.

 

L'obiettivo era chiaro, fare bottino pieno e accrescere fiducia e condizione, per attaccare l'ultimo terzo di campionato. Il calendario offriva infatti terzultima, quartultima e quintultima nelle successive tre uscite. Il primo dei tre impegni si è giocato oggi pomeriggio, posticipo della 26a giornata di Serie C. E non è andato come auspicato. Per la seconda partita consecutiva i verdeblu non riescono ad andare in rete, nemmeno contro un Ravenna che boccheggia. Al contrario, in riviera romagnola sono i padroni di casa ad interpretare meglio la sfida, partendo forte con l'aggressione ai portatori e costringendo gli ospiti a difendersi per gran parte dei primi 45'. Rocchi e Sereni impensieriscono la difesa gardesana, che tuttavia regge.

 

Nella ripresa Pavanel sistema i suoi, inserisce Scarsella e Petrucci per Morosini e Ceccarelli e la squadra tenta una reazione. Proprio il numero 7 cerca lo spunto giusto, poi, al 25', si inseriscono Carraro e D'Orazio per dare il loro contributo, dando il cambio agli altri due centrocampisti rimasti, Hergheligiu e Guidetti. Petrucci si conferma il più attivo pennellando per Guerra, che però devia troppo debolmente. All'attaccante tornato in inverno dopo due anni al Vicenza manca terribilmente il gol, dopo le due reti in fila messe a segno nelle prime due apparizioni con la nuova-vecchia maglia. Mancano terribilmente anche alla sua squadra, che continua a spingere fino al fischio finale, invano.

 

Grazie all'ufficio stampa dei verdeblu possiamo riportare le parole del post gara dei protagonisti, a partire da mister Massimo Pavanel, a cui non escono troppe parole: «È stato difficile, come in tutte le partite giocate fino ad ora. Nel primo tempo non abbiamo fatto bene, nel secondo abbiamo cercato di più la vittoria. Dobbiamo migliorare nell'arco dei 90'». Federico Bergonzi mantiene uno sguardo ottimista: «Non era facile fare risultato contro una squadra che deve salvarsi. Un buon clean sheet, adesso dobbiamo reagire. Su di me posso dire che la squadra mi aiuta, è grazie a loro che sto tirando fuori il meglio». L'attaccante Andrea Petrucci, come spesso capita, ha dato il suo contributo dalla panchina: «Sapevamo che avremmo affrontato una squadra organizzata, che si deve salvare. Nel primo tempo abbiamo sofferto il loro pressing, nel secondo siamo usciti. Ci è mancata un po' di cattiveria sotto porta per ottenere la vittoria».

 

La prossima sfida arriva sabato alle 17.30, quando al "Turina" si presenterà il Legnago, terzultimo della lista.

 

Ravenna - Feralpisalò 0-0

 

RAVENNA (3-5-2): Tomei; Alari, Boccaccini, Caidi (40’ pt Jidayi); Shiba, Fiorani (46’ st Marozzi), Esposito, Rocchi, Zanoni (46’ st Fiore); Ferretti, Sereni (38’ st Cesaretti). (Tonti, Raspa, Meli, Mancini, Martignago, Benedetti). Allenatore Leonardo Colucci.

FERALPISALÒ (4-3-3): De Lucia; Bergonzi, Legati, Farabegoli, Iotti (38’ st Rizzo); Guidetti (25’ st Carraro), Hergheligiu (25’ st D’Orazio), Morosini (1’ st Scarsella); Ceccarelli (1’ st Petrucci), Guerra, Miracoli. (Liverani, Giani, Bacchetti, Tulli, Pinardi, Gavioli). Allenatore Massimo Pavanel.

ARBITRO: Mario Cascone di Nocera Inferiore.

ASSISTENTI: guardaline Federico Votta di Moliterno e Giovanni Dell’Orco di Policoro; quarto uomo Paul Leonard Mihalache di Terni.

NOTE: ammoniti: Farabegoli (F), Scarsella (F); Jidayi (R). Recupero: 1‘ e 4‘.