Anima Juve per Tacchinardi: 2-1 esterno del suo Fano sulla Feralpisalò

Redazione

Sarà una Pasqua amara quella della Feralpisalò. Nel Sabato Santo della 34a giornata del girone B di Serie C, l'Alma Juventus Fano fa la festa ai verde-blu, imponendo un 2-1 esterno che per i marchigiani significa punti pesanti in chiave salvezza.

 

A Salò arrivava la terzultima forza del campionato, reduce da tre pareggi e quattro sconfitte nelle ultime sette giornate. Per gli uomini dell'ex centrocampista della Juventus Alessio Tacchinardi la vittoria mancava dal 21 febbraio, giorno del 2-0 conquistato a Mantova, uno scalpo che era riuscito anche alla Feralpi solo pochi giorni fa. Per mister Zanin - secondo dello squalificato Pavanel - quella di oggi pomeriggio è stata una sconfitta inaspettata, forse nemmeno del tutto meritata, che rimanda ancora una volta l'acquisizione di una continuità nel gioco e nei risultati che potrebbe finalmente dare la svolta alla stagione. Che rimane positiva, come suggerisce il quinto posto ancora in tasca, ma che preannuncia un cammino play off non sostenuto da una ottimistica spinta promozione.

 

Nel primo tempo i Leoni del Garda provano ad imporre il proprio gioco, caricando a testa bassa in direzione della porta di Viscovo. Guidetti (due volte) e Miracoli i primi a provarci, Ceccarelli l'ultimo, ma il denominatore comune è la mancanza di precisione. Viscovo sporca i guantoni ad inizio ripresa, con un riflesso importante su uno dei caratteristici inserimenti killer di Scarsella. È la sliding door del match, perché pochi istanti dopo passa il Fano, grazie al sinistro di Valeau, che sorprende De Lucia sotto il sette. Al 22' Ceccarelli rimedia, procurandosi e trasformando un calcio di rigore. L'inerzia si sposta, ma al 40' arriva la doccia fredda, per mano di Ferrara. Nonostante un maxi recupero (8 minuti) non succede più nulla, per la delusione dei locali.

 

Dopo averlo fatto a bordocampo per circa 100 minuti, Diego Zanin rappresenta la guida tecnica della Feralpisalò anche nelle interviste post gara: «Abbiamo fatto una buona gara, creando diverse situazioni da gol, soprattutto nel primo tempo, è mancato il gol. Poi come spesso capita quando vai sotto la partita cambia e gli avversari prendono fiducia. La beffa del 2-1 è molto penalizzante. Abbiamo creato, pur soffrendo in qualche frangente. Forse siamo stati anche migliori delle ultime tre-quattro partite, ma in questo gioco bisogna buttarla dentro». La palla passa poi al numero 10, Tommaso Ceccarelli, autore del provvisorio 1-1: «Oggi abbiamo creato tanto, dovevamo essere più precisi, il rammarico è grande, dovevamo fare di più». La chiosa è di Luca Guidetti, tra i più pericolosi in zona offensiva: «L'approccio è stato ottimo, sapevamo che loro avrebbero messo qualcosa in più atleticamente, dovendosi salvare. Loro sono stati più cinici. Mancavo da tante partite, sono contento di essere rientrato, darò il mio contributo da qui a fine stagione».

 

In corso Triestina-Padova, che in caso di sgambetto alla capolista della formazione friulana farebbe perdere una posizione in graduatoria ai gardesani. La Feralpi tornerà in campo domenica 11, per far visita alla Fermana.

 

Feralpisalò - Alma Juventus Fano 1-2

 

FERALPISALÒ (4-3-1-2): De Lucia; Bergonzi, Legati, Farabegoli (31’ st Giani), Brogni (42’ st Hergheligiu); Carraro, Scarsella, Guidetti (17’ st D’Orazio); Ceccarelli; Guerra, Miracoli (31’ st Petrucci). (Liverani, Magoni, Iotti, Bacchetti, Pinardi, Hergheligiu, Gavioli, Rizzo). Allenatore: Diego Zanin (Massimo Pavanel squalificato).

A. J. FANO (3-5-2): Viscovo; Brero, Cason, Bruno; Valeau (18’ st Monti), Carpani, Amadio, Paolini Ferrara (44’ st Cargnelutti); Barbuti, Nepi (35’ st Sarli). (Meli, Sbarzella, Rodio, Flores, Scimia, Urso, Mainardi, Martella, Busini). Allenatore: Alessio Tacchinardi.

ARBITRO: Stefano Milone di Taurianova.

ASSISTENTI: guardalinee Stefano Lenza di Firenze ed Edoardo Federico Cleopazzo di Lecce; quarto uomo Aleksandar Djurdjevic di Trieste.

RETI: st 5’ Valeau (Fa), 23’ Ceccarelli (Fe), 40’ Ferrara (Fa).

NOTE: ammoniti: Farabegoli (Fe), Valeau (Fa), Amadio (Fa), Nepio (Fa), Cason (Fa), Viscovo (Fa). Recupero: 1‘ e 8‘.