Serie D, il punto sul mercato di Desenzano, Franciacorta e Breno

Redazione

E' un mercato che fermenta in Serie D. Sul Garda porte girevoli, tra arrivi e addii; in Franciacorta è iniziata una partita a scacchi; in Valcamonica si procede alla potatura della rosa prima di assistere alla fioritura dei nuovi germogli.

 

Il Desenzano Calvina è la società che, ad oggi, ha apportato il maggior numero di modifiche al suo organico. Le ultime tre pedine vestite di biancoazzurro sono il centrocampista Niccolò Pinardi, classe 2001; Davide Boscolo Berto, difensore centrale del '91 dall'Adriese e l'attaccante Nicola Ferrari, 38enne arrivato dal Crema. Il figlio d'arte nella passata stagione ha collezionato 7 presenze in Serie C con la casacca della Feralpisalò, dopo aver compiuto tutta la trafila nel vivaio dei Leoni del Garda. Boscolo Berto ha collezionato 19 presenze in D nella passata stagione. Ferrari è un innesto di grande esperienza, con trascorsi in Serie B. Il suo acquisto va di pari passo con l'uscita di scena di Recino, che approda alla Casatese. Valigie in mano anche per Sorbo, Mauri e Ruffini. Ai saluti, invece, Da Mota, che tornerà in patria, in Lussemburgo, dove militerà nelle file del Differdange. Il ds Eugenio Olli, nel frattempo, è a caccia di un difensore e di una punta centrale.

 

Il Franciacorta intende ripartire dai suoi giovani, confermare i big ritenuti preziosi per il progetto tecnico di mister Maspero e inserire quei ritocchi necessari per alzare l'asticella. Eugenio Bianchini sonda il mercato alla ricerca di un 2003 di qualità e si concentra sui rinnovi. Praticamente certi, nelle intenzioni del club, quelli di colonne come Bagatini, Piccini e Scaglia. Più difficile quello di Saporetti, richiestissimo. Lelj e Pagano hanno già trovato l'accordo con l'Offanenghese, mentre c'è un grande punto di domanda sul futuro di Bertazzoli. Il giocatore sta valutando tutte le possibili alternative e pare intenzionato ad inseguire stimoli nuovi. La società tiene uno spiraglio aperto, ma il divorzio sembra ormai scontato. Alla voce entrate per l'attacco uno dei nomi in agenda è quello del classe '99 Bertoli della Feralpisalò, mentre alla truppa dei giovani provenienti dal vivaio potrebbe aggiungersi il classe 2004 Andrea Berna.

 

A Breno in uscita gli attaccanti Libertazzi e Cinque, i difensori Rossi e Gambaretti, che la società ha deciso di non confermare. Scelta di vita, invece, per Sorteni, che a causa di impegni di lavoro cambierà maglia e categoria, approdando all'Atletico Castegnato e riducendo così un impegno calcistico, quello in Serie D, ritenuto troppo gravoso. Il direttore Andrea Foresta si sta concentrando sulle conferme per poi focalizzarsi sui colpi necessari per potenziare la rosa: su tutti un regista e un attaccante di livello. Il sogno è Mattia Mauri, come anticipato in uscita dal Desenzano.