Sogni e trattative, colpi e cessioni. Si accende il mercato di Eccellenza

Redazione

Dopo la stagione più strana di sempre il mercato di Eccellenza è un Risiko in cui la strategia conta. Poche operazioni sin qui, oculate e calibrate - salvo rare eccezioni - nell'ottica di un bilanciamento tra le rose confezionate l'estate scorsa e quei ritocchi necessari per aumentare il proprio potenziale. 

 

Il nome più caldo è senza dubbio quello di Gianmaria Valente, capocannoniere e bomber messo nel mirino da parecchie squadre. L'unica certezza, al momento, è che il suo futuro non sarà più all'Atletico Castegnato. Il Rovato sta provando a convincere l'attaccante più desiderato dell'estate, corteggiato anche da Castiglione e Ospitaletto. Alla finestra c'è anche il Lumezzane, che sembra il pole position, anche perché intende affiancare un attaccante di assoluto valore a Caracciolo e tiene gli occhi puntati pure sulla situazione di Bertazzoli al Franciacorta. Attenzione però anche al Desenzano Calvina, forte del fascino irresistibile della chiamata dalla categoria superiore.

 

In casa viola il peso dell'attacco tornerà così totalmente sulle spalle del confermato Carmine Marrazzo, mentre il nuovo direttore sportivo Pierpaolo Nodari ha definito innesti di rilievo in altri reparti. A centrocampo è fatta per Nicolò Quaggiotto, ex Ciliverghe. Sulle corsie esterne spazio a Elia Sorteni, classe '97 che dopo l'addio al Breno era finito sul taccuino di molti club della provincia.

 

Un altro profilo importante in uscita dal Tassara potrebbe essere quello del regista Lucas Szafran, che restarebbe in terra camuna se venissero confermate le voci di un interessamento da parte del Darfo Boario.

 

Colpo di rilievo in mediana già fatto, invece, per il Carpenedolo, che ha riportato in rossonero Enrico Chiarini, protagonista in passato (in C2) nelle file dei bassaioli e reduce dall'esperienza al Castiglione. Il ds Alessandro Righetti ha messo nero su bianco anche con il difensore del 2001 Matteo Raffa, arrivato dalla Bedizzolese ma con due stagioni nel vivaio del Chievo ad impreziosirne il curriculum.

 

A Prevalle Corrado Danieli riporta alla base Ivan Bonassi, attaccante esterno del '97 che nella passata stagione ha indossato la maglia della Bedizzolese. Per i biancorossi colpi interessanti in ambito quote: il portiere Gandini dal Desenzano Calvina ('03) e l'attaccante Canciani dal Brescia ('02).

 

Dopo un innesto di esperienza come il difensore Michele Mutti ('89) anche la Bedizzolese, guidata in sede di mercato da Ezio Corini, si è concentrata sui giovani. Dal Castiglione è arrivato Colosio, esterno del 2000. Per la porta, invece, c'è Botti, classe '02 dal Lumezzane. Il nome nuovo per la difesa è Tonani, '03 prelevato dal Desenzano Calvina.

 

Il Vobarno raduna gli ex "dispersi": Paghera, O'Neal e Salomoni rientrano da Scanzorosciate, Prevalle e Castiglione, garantendo qualità a centrocampo e in attacco. A questo terzetto si aggiunge Alessandro Moré, profilo ideale per portare qualità ed esperienza nel pacchetto arretrato.

 

In casa Pro Palazzolo grandi cambiamenti. Sono nove gli acquisti messi a segno dal ds Gasparetti. Due i nuovi portieri: Nicola Gotti (Brusaporto) e Alberto Stuani (Martinengo). Dalla Virtus Ciserano arrivano il difensore centrale Danilo Capitanio e il centrocampista Matteo Lizzola. Retroguardia rinforzata anche da Marco Pari (Bienno) e Micheal Zedda (Real Calepina). Per le corsie esterne c'è Marco Venturi (Carpenedolo), mentre i nuovi volti per l'attacco sono quelli del giovane 2002 Bariselli dal Franciacorta e di Matteo Gallo, ex Prevalle. Non è finita qui, perché nelle prossime ore arriveranno anche due centrocampisti.

 

Molto attivo anche il Rovato, che accoglie dallo Scanzorosciate il centrocampista Giorgio Bertacchi ('90) e il difensore centrale Edoardo Gamberini ('97). Mister Poma potrà contare anche sull'attaccante Mario Colonnetti ('91 dal Real Calepina) e sul centrocampista Nicolò Belotti ('93 dal Brusaporto).

 

Ritocchi in casa Castiglione, che porta nel Mantovano il portiere Michele Bertolani, classe '00 con esperienze in D nel Vigasio e Davide Ghidini, centrocampista del '98 proveniente dal Castegnato.

 

Il Ciliverghe dopo aver blindato alcune colonne come Spezia, Andriani, Gentili, Fonjock, Lauricella, Valotti e Scidone ha messo a segno il suo primo colpo, potenziando l'attacco con Davide Bosio, classe '92 ex Montichiari e Carpenedolo proveniente dal Real Calepina.