ECup, Alessandro "Ikki" Lima trionfa nella categoria Pes

Redazione
 

Si è chiuso nel segno del fairplay e del divertimento il primo dei tre tornei che compongono la CalcioBresciano ECup.

 

Ad esultare nella categoria Pes è Alessandro Lima, meglio noto nel panorama dei players come Ikki Lupo. "Sono una persona alla quale non piace prendersi troppo sul serio e credo che dalla foto si capisca" ci racconta sorridendo. "Sono soddisfatto per il titolo, ma la cosa più importante è che ci siamo divertiti tutti sostenendo una nobile causa e facendo del bene per chi è in difficoltà".

 

 

Il 39enne vincitore della manifestazione online è triestino, ma fa parte del team di Brescia Esports: "Ho iniziato a impugnare il joypad da bambino, il passaggio alla sfera competitiva è arrivato intorno al 2013, con l'inizio delle sfide online su Ps4. Mi sono reso conto del fatto che ottenevo buoni risultati e che avrei potuto alzare l'asticella. Giocare tra amici è una cosa, passare alle sfide in rete è un'altra. A Brescia Esports sono approdato con un altro gioco, For Honor, ma mi auguro di potermi dedicare presto ad una nuova sezione targata Pes".

 

 

Già, perché dal 2010 Ikki ha lasciato Fifa per dedicarsi con passione e impegno a Pes: "Lo ritengo meno condizionato dall'algoritmo, più tattico, mentre Fifa è più coreografico. A Pes per andare in gol devi costruire maggiormente, fare azioni più complesse. Personalmente lo preferisco".

 

La Ecup è stata avvincente: "Sono un pro, ma confesso di aver dovuto sudare, soprattutto in finale. Sapevo di essere favorito, ma ho trovato in Simone Busi un avversario davvero tosto. Ho dovuto giocare con concentrazione e sebbene il computo delle partite sia stato 3-0 per me ogni sfida è stata equilibrata: 2-1, 3-2 e 3-1 sono risultati che parlano chiaro". 

 

Lima ora gioca solo in postazione "Ho fatto il calciatore dilettante tanti anni sia a 11 sia a 7, format che preferisco. Ero un buon attaccante". Il suo avversario della finalissima, invece, suda ancora sui campi del Csi: "Ho 22 anni, gioco nel Ponte San Marco - racconta Simone Busi -. Ho lasciato il calcio a 11 perchè c'era la possibilità di giocare con tutti i miei amici e non me la sono lasciata sfuggire. Siamo un bel gruppo, dentro e fuori dal campo".

 

La ECup è stata la sua prima volta in una manifestazione online: "Di solito gioco semplicemente insieme agli amici, ma sapevo che avrei potuto fare bene. In finale ho incontrato un giocatore più esperto e rodato. Ha vinto meritatamente, anche se forse il 3-0 è stato troppo pesante nei miei confronti. Lo ringrazio perché mi ha dato consigli e fatto complimenti. Anch'io, come lui, preferisco Pes. C'è più giocabilità, Fifa è più frenetico, più videogioco. Pes invece è una vera e propria simulazione e ormai sono affezionato pure al marchio".

 

In finale scontro ad armi pari: Brescia contro Brescia, di cui Busi è tifosissimo. "È bello che sia tornata la Serie A. Continuerò a seguire le Rondinelle, ma non ho alcuna speranza riguardo alle possibilità di salvezza. Bisognerà iniziare a pensare al ritorno in B".

 

 

 

 

 

 

 

Banner Transped articoli

banner piccolo futbuk