Futbuk, iscrizione numero duecento per Alberto Felchilcher, giovane apprendista allenatore

Redazione

Proseguono senza sosta le iscrizioni su Futbuk.it, la nuova piattaforma del calcio bresciano dove è possibile consultare l'almanacco online ed effettuare ricerche di profili relativi ad organigrammi, staff tecnici e rose dalla Serie A alla Terza Categoria. Mentre i tecnici lavorano al lancio della fase 2, che consentirà agli utenti di gestire in autonomia i loro profili o crearne di nuovi, prosegue il nostro ciclo di interviste.

 

Il duecentesimo iscritto è Alberto Felchilcher, 26enne che dopo la laurea in Scienze Motorie ha deciso di gettarsi a capofitto nella gavetta necessaria per intraprendere la carriera di allenatore. "Il sogno nel cassetto è proprio quello - ammette il giovane di Solferino -, attualmente sto svolgendo diverse mansioni che credo possano essere complementari per la mia crescita umana e professionale, ma il ruolo dell'allenatore è quello che mi attira di più".

 

Coordinatore tecnico e motorio dell'attività di base alla Feralpisalò, preparatore atletico alla Ceresarese, allenatore degli esordienti al Ciliverghe e insegnante di educazione fisica in una scuola primaria. In tasca - oltre alla laurea - c'è già il patentino Uefa C in attesa di poter fare il passaggio successivo, perché "credo tantissimo nella formazione, indispensabile per crescere e per essere sempre aggiornati. In attesa del corso Uefa B mi sono iscritto a un Master sul calcio". 

 

Fino allo scorso anno Alberto giocava in Seconda Categoria nel Cavrianponti. L'estate scorsa è arrivato il momento di fare una scelta dolorosa ma doverosa: "Ho lasciato il calcio giocato perchè era impossibile coniugare i due impegni, quindi ho dovuto puntare sulle mie priorità. Appendere definitivamente gli scarpini al chiodo non è semplice, infatti ora mi diverto nella squadra amatoriale del mio paese, che gioca il venerdì sera".

 

Chi prosegue nella sua avventura tra i dilettanti, invece, è il fratello Filippo, attaccante 23enne della Nuova Valsabbia: "É un buon giocatore, reduce da esperienze in Eccellenza. Fino allo stop avevano fatto davvero bene, come dimostra il primo posto in classifica, ora vediamo cosa succederà".

 

Filippo ha già un posto nell'almanacco di Futbuk, Alberto se lo potrà creare nel prossimo futuro: "Nel frattempo mi sono comunque portato avanti e ho trovato questo nuovo progetto molto interessante. L'aspetto più importante secondo me è l'opportunità che viene data a giocatori ed allenatori di mettersi in mostra, soprattutto a quelli delle categorie inferiori. In prospettiva sarà così per tutti, allenatori compresi. Credo che Futbuk sia uno strumento meritocratico. Mostrando il proprio curriculum, le esperienze fatte e i titoli di studio ottenuti sarà più facile ottenere opportunità di impiego in un mondo in cui spesso conta soprattutto il nome e dove i giovani allenatori fanno fatica ad emergere. Mi piace anche la possibilità che verrà data di salvare fotografie e ricordi, costruendo un album della propria carriera. Difetti? É ancora un po' spoglio, soprattutto dalla Prima categoria in giù, ma penso possa essere anche uno stimolo all'interazione futura". 

 

Quanto al proprio futuro Felchilcher non ha dubbi: "La speranza primaria è che questa emergenza possa rientrare e che si possa tornare presto a fare sport in sicurezza. Nel frattempo, come ho già detto, mi concentrerò sullo studio. A medio termine spero di poter allenare a buoni livelli, anche se sono già molto felice di poter collaborare con società bresciane di assoluto valore".

 

Cos'è Futbuk? Scoprilo qui
Non sei ancora iscritto? Clicca qui

 

 

 

 

Banner Transped articoli

banner piccolo futbuk