Cosa è giusto fare per il futuro dei campionati dilettantistici? L'esito del sondaggio

Redazione
 

Ci sarà tempo per valutare eventuali nuove formule e revisioni dei calendari, in una metamorfosi che, in caso di ritorno alle competizioni dilettantistiche, sembra inevitabile.

 

Il primo passo, almeno per il momento, è un altro. È possibile tornare in campo? Se sì, quando? In attesa di nuovi aggiornamenti dal Governo abbiamo posto la domanda ai nostri lettori, in un sondaggio mirato a scoprire la loro opinione su cosa sia giusto fare in questo momento storico, mentre un Paese è ostaggio del Covid e diviso in zone rosse, arancio e gialle, in una fase in cui il pallone ha smesso nuovamente di rotolare dopo la grande illusione di settembre.

 

 

Se la decisione dipendesse da voi, cosa fareste? Sui nostri canali Facebook e Instagram abbiamo raccolto 600 punti di vista. Ci sono tre linee di pensiero differenti, che hanno numeri diversi ma importanti. Potremmo dire che il nostro calcio è frazionato in tre poli.

 

 

Una maggioranza, tuttavia, c'è e ritiene che il ritorno in campo debba essere riorganizzato al più presto, con il fischio d'inizio dall'Eccellenza alla Terza Categoria già a gennaio, massimo febbraio. Una linea di pensiero audace, sostenuta dal 40% dei votanti su Facebook e dal 34% su Instagram, per una media complessiva del 37% che fa di questo scenario la soluzione preferita, in linea con gli auspici che arrivano dalla capitale, dove si spera addirittura in un via libera agli allenamenti prima di Natale, ovviamente Governo permettendo.

 

Il piano B per i nostri lettori è una ripresa in primavera, più precisamente a marzo, andando incontro alla bella stagione e coltivando la speranza dell'arrivo e della progressiva diffusione dei vaccini. Gli allenamenti, in ogni caso, dovrebbero riprendere al massimo a febbraio, tra due mesi e mezzo. Complessivamente è il 33% a spingere in questa direzione, con pareri omogenei sui due social: 32% su Facebook e 34% su Instagram.

 

Il definitivo stop alla stagione 2020-2021, con arrivederci a settembre è la prospettiva meno gettonata delle tre, ma sono in molti a ritenerla sensata o perfino doverosa. Su Facebook il 28% dei lettori ritiene che in queste condizioni il calcio dilettantistico non possa trovare compimento; su Instagram la percentuale sale addirittura al 32%, con una persona su tre che voterebbe per mettere in archivio i campionati. Anche il dato complessivo non è da sottovalutare: 30%.

 

L'ESITO DEL SONDAGGIO
Cosa è giusto fare per il futuro dei campionati dilettantistici?

 

Esito complessivo
Ripresa a gennaio/febbraio - 37%
Ripresa a marzo - 33%
Arrivederci a settembre - 30%

 

Esito Facebook
Ripresa a gennaio/febbraio - 40%
Ripresa a marzo - 32%
Arrivederci a settembre - 28%

 

Esito Instagram
Ripresa a gennaio/febbraio - 34%
Ripresa a marzo - 34%
Arrivederci a settembre - 32%

 

 

 

 

Banner Transped articoli

banner piccolo futbuk