Luca Pandolfi operato al ginocchio esprime il proprio rammarico: "Ho vissuto 5 mesi che non raccomanderei a nessuno"

Redazione

Arrivato nel mercato di gennaio a Brescia, addirittura strappato a squadre come Napoli e Juventus, Luca Pandolfi la maglia con la V sul petto non l'ha mai indossata a causa di un problema al ginocchio. La Turris e le rondinelle sono addirittura finite davanti al giudice che ha dato ragione al club campano.

 

Nei giorni scorsi l'attaccante è stato operato al ginocchio e ha espresso il proprio rammarico con un post su Instagram: "Ciao ragazzi, volevo dirvi che l’operazione è riuscita perfettamente e sto bene. Per questo ringrazio di cuore la troupe del Professor Cerulli per la grandissima professionalità e la Clinica Villa Margherita che mi ha ospitato. Guardando indietro con molto rammarico, penso che avrei potuto fare questa semplice e rapida operazione più di 4 mesi fa così da poter giocare in questi mesi, dando tutto me stesso e continuando a lottare per il mio sogno. Sicuramente avrei dimostrato che chi mi aveva scelto non aveva sbagliato, anzi. Ma malauguratamente non è andata così. Ho vissuto 5 mesi che non raccomanderei a nessuno, terribili e pieni di solitudine. Solo grazie al supporto incredibile della mia famiglia e alla presenza costante dei miei agenti l’ho affrontato e oggi posso finalmente dire di aver messo tutto alle spalle".