Carpenedolo e Rigamonti siglano l'alleanza per la Juniores Regionale

Redazione

L'FC Carpenedolo e l'ADC Mario Rigamonti hanno stretto un accordo per quanto riguarda la formazione Juniores.

 

A partire dalla stagione 2021/22 infatti il Carpenedolo parteciperà al Campionato Juniores Regionale A con i giocatori e lo staff tecnico facenti parte della società con sede a Buffalora. Sinergia anche per quanto riguarda gli impianti: al centro sportivo Rigamonti si svolgeranno gli allenamenti, allo stadio Mundial '82 di Carpenedolo le partite casalinghe. A guidare questa squadra sarà mister Gianpietro Binetti.

 

Soddisfazione da entrambe i fronti: “È stata un'operazione importante, sono orgoglioso ed estremamente grato - ha dichiarato il presidente dei rossoneri Stefano Pedrini - a Giorgio Gaggiotti e Tony Scotti perché avere concretizzato questa partnership mi ha fatto capire diverse cose importanti. La prima che se una società storica, nonché fiore all’occhiello del panorama giovanile bresciano come la Mario Rigamonti, ha accettato questa collaborazione significa che stiamo lavorando molto bene, acquisendo in poco tempo grande rispetto verso il nostro progetto. In secondo luogo eravamo in seria difficoltà per i numeri dei nostri iscritti avendo alle spalle un vuoto dato dalla precedente gestione nelle annate 2003/2004 non era facile e scontato costruire questo percorso. Per ultimo un grazie anche al nostro Direttore Sportivo Alessandro Righetti perché come sempre ha messo anima e corpo per riuscire a incastrare le varie scadenze ed essere pronti per la nuova stagione sportiva. Sarà una squadra molto competitiva e se lavoreremo con umiltà sono sicuro ci toglieremo grandi soddisfazioni. Speriamo in primis che il COVID 19 ci permetta di giocare come meriterebbero tutti i ragazzi; il Mundial 82, stadio da 3000 posti a sedere che ha vissuto anche il professionismo, sta tornando importante e anche la Juniores si farà trovare pronta per difendere il nostro fortino".

 

Abbiamo aderito con entusiasmo ad un progetto nuovo atto a valorizzare i nostri giocatori e prepararli per i maggiori campionati dilettantistici dei grandi. L’ambizioso Carpenedolo del giovane presidente Pedrini e la storia del Carpenedolo di Tommaso Ghirardi sono garanzia di una stagione eccitante - ha detto il direttore generale della Rigamonti Giorgio Gaggiotti -. Non ci nascondiamo, l’obiettivo è un campionato da protagonisti ma soprattutto cercare di riportare Tommaso Ghirardi sulle tribune del “suo” Carpenedolo".