default   Identiquota

L'Identiquota: il profilo dei migliori giovani made in Brescia. Puntata numero 17: Fabio Arrigoni

Uno juventino che ha ama alla follia Vidal, suo modello tecnico in campo, non potrà non aver guardato la recente sfida di Champions tra Juve e Bayern con occhi nostalgici. Fabio Arrigoni, diciottenne centrocampista dal dribbling facile, prova a seguire la scia del suo idolo crescendo a Calvina sotto la guida di un'istituzione del calcio dilettanti come Mauro Moreschi. Per provare ad imitare Re Artù, appurato che il ruolo è lo stesso, servono grinta da vendere e gol pesanti. I lavori sono in corso e qualche risultato, dal punto di vista realizzativo, si può già ammirare: rete vittoria nell'1-0 al Real Dor, gol del momentaneo pareggio nel 2-1 con l'Asola di domenica scorsa. Senza contare quel guizzo al 90' con cui la Feralpi Salò Allievi impattò due anni fa contro l'Inter; per un cuore bianconero cosa c'è di meglio di uno sgambetto ai nerazzurri?

Redazione

L'Identiquota: il profilo dei migliori giovani made in Brescia. Puntata numero 16: Francesco Rubagotti

Dev'esser stato contento Francesco Rubagotti una volta saputo che il suo nuovo allenatore sarebbe stato Emanuele Filippini. Niente remore con il vecchio mister, sia chiaro, ma per un centrocampista avere un maestro che ha giocato in Serie A occupando lo stesso ruolo può fare la differenza, in particolare quando si parla di gioventù, di insegnamenti, di margini di crescita. Certo, il livello è un altro e anche le stesse caratteristiche tecniche differiscono: dinamismo e generosità in quantità industriale da una parte, visione di gioco e piedi buoni dall'altra. Ma, sarà un caso o forse no, la prima gioia da guida dell'Adrense del gemello è passata proprio dai piedi del mediano diciannovenne, autore del secondo dei tre gol con cui i bresciani hanno battuto domenica una rivale diretta come il Lemine, lanciandosi a -2 dalla vetta del girone C di Promozione. Ma veniamo a lui: ecco l'identikit, anzi, l'Identiquota della settimana, mr. Rubagotti.

Redazione

L'Identiquota: il profilo dei migliori giovani made in Brescia. Puntata numero 15: Annamaria Serturini

Siamo in vena di aperture di orizzonte. Dopo portieri, difensori e cremonesi, "L'Identiquota" si lancia nel femminile, dando spazio ad un talento bergamasco. La connection con Brescia rimane forte, perché la protagonista di questa settimana è Anna Serturini, scheggia d'attacco delle Leonesse di Serie A. Lei ha solo 17 anni, ma le aspettative sul suo futuro sono già enormi. L'esplosione nel 2014, al Mondiale Under 17 in Costa Rica, poi quest'anno la conferma in pianta stabile in prima squadra, occasione presa al balzo da subito: 3 gol nelle prime 2 uscite. Ora all-in su campionato, Champions e nazionale under 19, con un occhio sempre attento alla propria crescita: c'è ancora molto da imparare, ma per farlo non c'è gruppo migliore di quello del Brescia Femminile.

Redazione

L'Identiquota: il profilo dei migliori giovani made in Brescia. Puntata numero 14: Nicholas Battaiola

Le sua prestazione, domenica scorsa, è stata decisiva nella delicata vittoria del Ciliverghe sul campo della Folgore Caratese. Ecco spiegato perché dare spazio ad un portierino cremonese che, seguendo la scia del suo giocatore preferito, ama difendere con le mani ed impostare con i piedi. Nicholas Battaiola è anche il primo Identiquota che mette "calciatore" non tra gli "hobby" ma accanto a "professione". Il calcio professionistico l'ha assaggiato alla Cremonese, è stato mandato a giocare nell'anticamera dei pro, la Serie D, ma l'obiettivo è quello di tornare al piano superiore. Molto passerà dalla stagione del Ciliverghe, così come molto della stagione del Ciliverghe passerà dai suoi guantoni.

Redazione

L'Identiquota: il profilo dei migliori giovani made in Brescia. Puntata numero 13: Marco Grechi

Nei momenti di difficoltà servono i gol di tutti, anche di chi non ricopre il ruolo di prima punta. Esempio: la Verolese, boccheggiante in zona playout, per battere il San Lazzaro si è affidata allo spunto del suo esterno destro, il numero 7 Marco Grechi, autore della rete vittoria. Scuola Cremonese, l'Identiquota di questa settimana è tornato alla "sua" Verolese l'anno scorso, e in questa sofferta stagione proverà a fare il suo per raggiungere la salvezza. Anche retrocedendo a terzino, se ce ne fosse bisogno. Sicuramente, battendo la fascia su e giù mille volte, mettendo in vetrina tutto il talento di un ragazzo della Bassa a cui il calcio piace solamente giocato in prima persona.

Redazione

L'Identiquota: il profilo dei migliori giovani made in Brescia. Puntata numero 12: Matteo Vezzoli

Buon proposito Identiquota per il 2016: pescare prospetti interessanti in tutti i ruoli, dando spazio a quelli ancora inesplorati. Così, dopo aver scoperto in settimana un promettente terzino sinistro, facciamo qualche ulteriore passo in arretramento fino a mettere sotto l'occhio di bue la porta del Calcinato. A difenderla c'è Matteo Vezzoli, da pochi giorni ventenne, reduce con la sua squadra da un girone di andata di pura sofferenza, non solo per motivi sportivi. La Promozione va mantenuta, per farlo bisogna uscire al più presto dalle sabbie mobili della zona playout. Un obiettivo realizzabile che passa anche dalle parate di un simpatico elettricista che sa quando e come scherzare (soprattutto parlando dei compagni passati e presenti, ve ne accorgerete leggendo), ma che in campo dimostra un carattere più forte e maturo di quanto la sua età potrebbe suggerire.

Redazione

L'Identiquota: il profilo dei migliori giovani made in Brescia. Puntata numero 11: Cristian Boroni

Il Darfo Boario di mister Del Prato veleggia nella zona adiacente ai playoff grazie ad una rosa giovane e di qualità. Nonostante il brutto scivolone di Brusaporto, con cui i bresciani hanno chiuso l'anno, la speranza è quella di colmare il gap con le squadre che la stanno estromettendo da una potenziale post season (al momento la distanza è di 1 solo punto) e tentare di rimanere in alto fino alla fine. Per farlo servirà l'apporto di tutti, anche di quei giocatori che occupano ruoli meno appariscenti di altri, ma che costituiscono un possibile valore aggiunto per un 11 ambizioso. L'Identiquota che trattiamo oggi sembra rispondere a questi requisiti, o almeno sembra prometterlo. Lui dice di avere «tanta corsa e basta», ma per essere una certezza di un'ottima squadra di Eccellenza ci deve essere evidentemente qualcosa di più. Terzino sinistro di grande gamba, Cristian Boroni vuole crescere assieme al suo Darfo. Sarà uno dei nostri osservati speciali in questo girone di ritorno. Nel frattempo, andiamo a conoscerlo meglio...

Redazione

L'identiquota: il profilo dei migliori giovani made in Brescia. Puntata numero 10: Ivan Bonassi

Un giocatore che ha tra gli obiettivi quello di far divertire il pubblico non può essere un giocatore banale. Domenica a Prevalle erano tutti contenti, un po' per il 4-1 inflitto al Real Dor, un po' per la relativa conferma in zona playoff, ma anche per le due gemme incastonate in rete dal numero 11 di casa. Provenienza Ciliverghe, Neymar come idolo e modello, Ivan Bonassi è l'Identiquota della settimana. Il futuro è tutto lì da scrivere, però, come lui stesso ammette, serve crescere non solo in campo, ma anche dal punto di vista fisico. 55 chili sono pochini. I muscoli arriveranno, per ora godiamoci il talento.

Redazione