I finalisti al premio di miglior giocatore di Terza: Nelson e Gulluscio

Il gol non ha età, non ha categoria. Puoi essere un giovane in fase di decollo o un calciatore dal lungo chilometraggio: se sei forte e hai fame, un posto sul podio degli Oscar del CalcioBresciano è tuo. Così, mentre Tino Ungaro si porta a casa il premio di miglior giocatore di Terza Categoria, Lobo Nelson Neto, Claudio Dotti e Vincenzo Gulluscio si affiancano a comporre un ampio podio a cinque stelle.

I campi della provincia sono il suo terreno di conquista da decenni, lui ha ricordi di gol e vittorie in quasi ognuno di essi. Lobo Nelson Neto torna tra i finalisti degli Oscar dopo il terzo posto 2019: “Mi trovo per la seconda volta di fila in questo contesto, fa sempre piacere. Credo che l’importante non sia tanto vincere il premio o piazzarsi, l’importante è esserci, almeno per me”.

I suoi gol senza tempo hanno permesso al Collebeato di salire dalla Terza alla Seconda tramite i playoff. Lui ha poi deciso, assieme ad altri compagni di squadra, di rimanere in categoria, muovendosi verso una nuova società: “Arrivo al San Vigilio dopo un anno fantastico. Sono ripartito aggregandomi ad una squadra molto competitiva, che è un mix di giovani e vecchi. Siamo partiti bene e siamo fiduciosi. L’obiettivo è sempre quello di andare oltre. Come dico sempre a inizio stagione, questo sarà il mio ultimo anno… almeno fino al prossimo!”.

Bomber di una delle squadre ad aver impressionato di più per freschezza di gioco e idee, Vincenzo Gulluscio si gode il premio maturato dopo essersi distinto come l’arma segreta del Cazzagobornato Giovanile: “È stata una bella soddisfazione condividere il podio insieme a calciatori importanti come Ungaro, Dotti e Nelson, soprattutto perché era la prima stagione per la nostra squadra. A livello personale è stata una buona stagione, visto che ho fatto 11 gol”.

Un anno per ambientarsi nella serie dopo l’esperienza giovanile, con prestazioni sempre in crescita. Ora deve arrivare la riconferma e, se possibile, il tentativo di salire di uno step: “L’anno scorso siamo stati penalizzati nel girone d’andata, ma nel girone di ritorno abbiamo fatto decisamente meglio grazie all’esperienza acquisita. Mi auguro che quest’anno sia ancora migliore”.

Vuoi goderti il 100% dei contenuti di CalcioBresciano?
Sottoscrivi la Membership Premium! Clicca qui.

condividi