I finalisti al premio di miglior settore giovanile: Desenzano e Breno

Se diciamo costruzione dal basso, qual è la prima parola, il primo nome o la prima immagine che vi viene in mente? Il centrale che batte il rinvio dal fondo toccando palla al portiere per poi aprirsi, mentre il play scende a ricevere orientato? Il viso di Pep Guardiola che sorride? A noi viene in mente il vivaio, vengono in mente i settori giovanili bresciani. Tra tutti gli Oscar del CalcioBresciano consegnati, questo ha un valore particolare, perché scatta una foto a chi oggi costruisce dalle fondamenta di casa il domani suo e di tantissimi ragazzi della provincia.

Il premio va al Mario Rigamonti, società di settore giovanile puro con un nome e una storia che parlano per sé. Appena dietro, il Desenzano (ex Desenzano Calvina) di Matteo Alberti: “Per noi è una grandissima soddisfazione. Abbiamo vinto 3 campionati, conquistato 3 regionali, senza contare l’exploit in Coppa Brescia-Trofeo BresciaOggi: siamo arrivati con 5 squadre in finale, vincendone 3, tra cui il derby tra 2005 e 2006. Il nostro lavoro sta dando risultati e le dimensioni crescono. Quest’anno abbiamo 110 nuovi iscritti, in momento nel quale il calcio sta perdendo ragazzi. Si migliora aumentando la qualità degli allenatori, poi avere una Juniores nazionale dà tanto lustro e tanta forza. La sfida è provare ad affrontare categorie che non abbiamo mai affrontato”.

Anche il settore giovanile del Breno è stato uno dei migliori del 2021-2022 e agli Oscar si è piazzato sul podio. Denis Ottelli, responsabile del settore giovanile granata, ripercorre la passata stagione e mette nel mirino gli obiettivi futuri: “L’annata è stata molto positiva considerando che si veniva da due anni di stop. La cosa fondamentale è stata ripartire. Abbiamo vinto un campionato regionale e questo è motivo di orgoglio. Anche le altre squadre hanno ben figurato nei rispettivi campionati. Durante il Covid siamo stati molto vicini ai ragazzi e alle famiglie. Obiettivi stagionali? Migliorarci sempre e mantenere le categorie che abbiamo, mentre vogliamo crescere a livello qualitativo. Poi, strada facendo, vedremo le nostre possibilità”.

Vuoi goderti il 100% dei contenuti di CalcioBresciano?
Sottoscrivi la Membership Premium! Clicca qui.

condividi
Ultime notizie
 
 
Castelmella: "CBS modello di informazione sana e garanzia di benefici. Dovremmo abbonarci tutti"
Febbraio 03,2023
 
 
Frasi razziste e pugno all'avversario: 10 giornate ad un Under 17 provinciale
Febbraio 02,2023
 
 
Focus CBS, Diego Pea: “A Rudiano ho trovato una grande famiglia”
Febbraio 02,2023
 
 
Gianluis Mocinos a FOCUS CBS: “A Nuvolera c’è un buonissimo progetto. Nella mia testa c’è l’idea di allenare”
Febbraio 02,2023
 
 
Michele Naoni a FOCUS CBS: “Al Real Castenedolo ho trovato un ottimo gruppo, Urago Mella una seconda casa”
Febbraio 02,2023
 
 
Il Nibbiano & Valtidone di Sergio Volpi vince la Coppa Italia Minetti
Febbraio 02,2023
 
 
Rinforzo tra i pali per l’Unitas Coccaglio, poker d’innesti per la Bedizzolese
Febbraio 02,2023
 
 
Lonato 2 fugge nel girone G della Serie B del calcio a 7 Open ciessino
Febbraio 02,2023
 
 
Calcio a 7 Open, gol e sorprese nella tredicesima giornata della Serie A del Csi
Febbraio 02,2023
 
 
Feralpisalò ancora contestata al Turina: col Padova finisce a reti bianche
Febbraio 01,2023
 
 
Polonioli dell'Eden Esine il migliore in Seconda, grande lotta in Prima
Febbraio 01,2023
 
 
Il mercato del Brescia si chiude con cinque acquisti e tre cessioni
Febbraio 01,2023
 
 
Promozione: sfilza di pareggi, solo Riccardo Chinelli spariglia
Gennaio 31,2023
 
 
Il ministro Abodi ricorda Tavecchio. Cinque nomi per la successione al Crl
Gennaio 31,2023
 
 
Eccellenza: Sodinha lusso e privilegio, Lorenzo Paghera ritrova il suo swing
Gennaio 31,2023
 
 
Serie D: Poledri poliedrico, Mondini capobranco
Gennaio 31,2023