Eccellenza, le Sentenze dopo la 14^ giornata

Redazione
Tre sentenze per ogni categoria, tre considerazioni derivanti da quanto visto e successo nell'ultimo turno relative ai singoli o alle squadre. Cercheremo di esaltare aspettivi positivi, ma basandoci su risultati e numeri anche qualche considerazione “negativa” potrà essere negativa. Le tre sentenze della settimana in Eccellenza:
 
IL RESTYLING IN CASA CAZZAGOBORNATO HA SUBITO FATTO EFFETTO
 
Allenatore mai messo in discussione, rosa sistemata al primo momento utile. Il modus operandi del CazzagoBornato rappresenta quasi un'eccezione, fatto sta che la formazione franciacotina, rivoluzionata tra arrivi e partenze, ha colto una vittoria fondamentale sul campo del Vobarno. Decisivo l'attaccante Corradi, proprio uno dei volti nuovi della campagna arrivi invernale, molto bene ad esempio anche un altro fresc
o innesto come il difensore Coly. La vittoria sul campo del Vobarno, che in casa continua ad avere un rendimento da retrocessione, è il modo migliore per inaugurare una sorta di nuovo corso.
 
IL PREVALLE HA SVILUPPATO UNA CHIARA IDENTITA'
 
Le difficoltà di inizio stagione sono un lontano ricordo, ora il Prevalle è una squadra di carattere e con idee precise, che ha sviluppato una sua identità. Con Nicolini in panchina sono arrivati quattro successi e due pareggi in sei partite, equilibrio immediatamente trovato (i biancorossi sotto la sua gestione mai hanno preso più di un gol) e capacità di reagire ai momenti difficili. Ieri il Prevalle ha chiuso con due espulsioni senza mai perdere compattezza. Domenica test interessante con la Bedizzolese per chiudere l'anno solare in bellezza e capire se si può alzare ulteriormente l'asticella.
 
LA PARTITA TRA GHEDI E LUMEZZANE E' STATA TRA LE MIGLIORI DA INIZIO ANNO
 
Sul piano dello spettacolo senza dubbio. In un girone interessante in quanto super equilibrato, ma dove gol ed emozioni spesso latitano, ecco una gara tra le più incredibili da inizio campionato. Vantaggio Lumezzane, rimonta Ghedi, altra rimonta Lumezzane e alla fine il sigillo di Lorenzo Paghera per il 3-3 finale a tempo scaduto. Un punto che fa felice il Ghedi, un po' meno forse i valgobbini, ma lo spettacolo è stato indubbiamente degno di nota.
 

Banner Transped articoli

banner piccolo futbuk