Panchine d’oro 2016, il premio più prestigioso ad Antonio Filippini. Tra i dilettanti, premi speciali per Pelati e Minini. Standing ovation per la vedova di Gino Corioni

filippini_panchinaoro

Anche quest’anno, le Panchine d’Oro organizzate dall’Aiac di Gianpaolo Dosselli hanno riunito nel Salone Vanvitelliano di Palazzo Loggia tutti gli allenatri vincenti della stagione appena trascorsa. Tra dilettanti e professionisti, su panchine senior o giovanili, i premiati sono stati oltre 70. Il premio più prestigioso è andato ad Antonio Filippini, tra i premiati anche Ivan Javorcic, Milena Bertolini e, tra i dilettanti, riconoscimenti speciali per Ivan Pelati e Giuseppe Minini.

Daniele Baselli, miglior bresciano d’Italia: “Il Torino può tornare grande. Il mio sogno? La maglia della Nazionale. Diventare papà mi ha reso una persona completa”

baselli

Semplicità e umiltà. Doti indispensabili per fare la differenza. Daniele Baselli le possiede e non nasconde una gioia autentica per la conquista dell’Oscar del CalcioBresciano, che lo incorona miglior giocatore nostrano d’Italia. Curioso il fatto che sia lui sia Calabria – eletto miglior giovane – non abbiano mai indossato la maglia del Brescia. “Da parte mia non c’è nessun rancore – racconta – anche perché quando sono approdato all’Atalanta ero un bambino, il Brescia poteva fare ben poco. Sono cresciuto lì e sono diventato un giocatore indossando quei colori, ai quali sono molto legato”.

Ufficiale: Imed Ouardi è la Scarpa d’Oro Bresciaoggi

ouardi_top

Ora non ci sono più dubbi. Imed Ouardi, del Castrezzato, vince la Scarpa d’Oro 2015-16 messa in palio dal quotidiano Bresciaoggi. L’attaccante marocchino, classe 95, sceso in Prima Categoria dopo le stagioni con Palazzolo e Orceana, si è imposto con 28 reti, totalizzate tutte in campionato. Non è riuscita la rimonta a Andrea Marini e Demis Danesi, autori di 25 gol a testa, straordinari nella stagione sensazionale dell’Unitas Coccaglio. Più dietro gli altri, come avevamo detto già nelle scorse settimane.

Oscar del Calcio Bresciano, abbiamo anche i tre “highlander” finalisti: è stata fuga a tre per Bacchiocchi, Moreschi e Sigalini

notte_osca

Oscar del Calcio Bresciano, -3. Venerdì è la grande serata del calcio nostrano, gli Oscar sono solo da scartare e da consegnare ai protagonisti di questa entusiasmante stagione. Tra questi, abbiamo voluto riservare un premio speciale ai giocatori intervistati per la rubrica “Cosa resterà di quesgli anni ’70”, una novità di questa stagione tra gli appuntamenti di CalcioBresciano.

Scarpa d’Oro Bresciaoggi, classifica ufficiosa: fuori gioco Scaramatti, ma Danesi adesso fa paura a Ouardi. Tre gol lo separano dal primatista

scarpa oro bsoggi

Sono calcoli ufficiosi, perché il riconoscimento è assegnato dalla redazione di Bresciaoggi. Ma, dati del campionato e della coppa alla mano, evidenziando inoltre le squadre ancora in corsa per i play off, la Scarpa d’Oro (non concorrono gli attaccanti di Terza) sembra essersi ormai ristretta a una lotta tra due persone. 

Imed Ouardi, classe 1995 del Castrezzato, ha chiuso domenica scorsa la sua stagione con una doppietta che non ha evitato la sconfitta alla sua squadra nei play off del girone F. Una beffa, dopo aver assaporato a lungo il passaggio in Prima. L’ex dell’Orceana e del Palazzolo chiude con 28 centri, tutti in campionato dato che la sua società non ha partecipato alla Coppa Lombardia.

Pallone d’Oro, Argento e Bronzo Bresciaoggi: vincono Ligarotti, Moreschi e Ferlinghetti

palloni_bsoggi
E’ il giorno dei Palloni. Oro, Argento e Bronzo. Su Brescia Tv, le votazioni dei giurati di qualità dopo una lunga battaglia su Bresciaoggi a colpi di tagliandi hanno sortito i verdetti. Ribaltone nel Pallone d’Argento, dove Mauro Moreschi (Calvina) ha sopravanzato Ravizzola e Bianchetti, arrivati insieme a lui sul podio. Per il Pallone d’Oro, splendida battaglia a tre nella quale Giordan Ligarotti ha tenuto testa ai più giovani Lorenzo Paghera e Marco Mattei: per l’ex Ciliverghe, alla Bedizzolese da luglio, è il coronamento di una carriera sempre al vertice così come del resto per Moreschi, highlander del nostro calcio. Nel Pallone di Bronzo, un altro “senatore” ha messo a rischio il primato di Fabio Ferlinghetti, ma il primato del capitano del Villa Carcina ha resistito sia a Mauro Sigalini sia a Tita Magli. Tutto il Villa Carcina fa festa con il suo capitano.
 
Qui i podi:

Pallone d’Oro, Argento e Bronzo Bresciaoggi: i punteggi di partenza dei 12 finalisti per sabato

palloni_bsoggi

La finale è in programma sabato pomeriggio, ma da oggi si conoscono già i punteggi di partenza dei 36 finalisti, equamente divisi nelle 3 competizioni, che si contenderanno Pallone d’Oro, d’Argento e di Bronzo. Il quotidiano Bresciaoggi, organizzatore dell’evento, ha diramato le classifiche parziali da cui si partirà prima del voto dei giurati, divisi tra giornalisti ed addetti ai lavori del mondo dei dilettanti. A prima vista, la battaglia più incerta si presenta proprio per il Pallone d’Oro che non ha un favoritissimo mentre per Argento e Bronzo i leader provvisori vantano un buon margine ma devono stare attenti alla rimonta dei veterani Moreschi e Sigalini. Potrebbe essere il loro turno.

Pallone d’Oro, Argento e Bronzo Bresciaoggi: ecco i 12 finalisti per categoria, sabato la proclamazione

palloni_bsoggi

Adesso è davvero il rush finale. Dopo due mesi di votazioni, è l’ultimo decisivo incrocio per la consegna del Pallone d’Oro, d’Argento e di Bronzo organizzati dal quotidiano Bresciaoggi che oggi ha pubblicato i 12 finalisti per ogni categoria. Sabato, in diretta su Brescia.tv, verranno votati da una giuria di esperti portandosi però in dono un gruzzolo di punti parametrato ai tagliandi portati al giornale. Non è afffatto detto che vincano coloro che ora sono in testa. Anzi, è prevedibile vi siano smottamenti rilevanti in classifica. Questa, intanto, la lista di chi è ancora in lizza: