Al Rigamonti succede tutto nel finale: Bisoli risponde a Dermaku, Brescia-Lecce finisce 1-1

Non riesce l’en plein nel doppio turno casalingo al Brescia di Filippo Inzaghi che dopo aver vinto il derby contro la Cremonese ha pareggiato 1-1 nell’infrasettimanale di Serie B contro il Lecce valevole per la 10a giornata.

Il secondo big match nel giro di pochi giorni al Rigamonti inizia subito con una nota dolente: guai fisici per Joronen che si accomoda in panchina, al suo posto esordisce Perilli. In avanti torna titolare Moreo, supportato da Jagiello e Tramoni. Baroni schiera invece i due ex Meccariello e Gargiulo. Pronti via e dopo 5′ prima occasione da gol per gli ospiti: Strefezza si libera al limite e calcia colpendo la traversa. Le rondinelle provano a giocare soprattutto sulla sinistra sfruttando le discese di Pajac, il croato viene però tenuto sotto controllo molto bene dai salentini. Le due conclusioni di Van de Looi e Tramoni non impensieriscono Bleve e ritmi di gioco si abbassano sensibilmente anche se Perilli viene chiamato in causa in diverse occasioni quando Coda e Strefezza concludono verso la porta dei biancazzurri. In avvio di ripresa molto meglio il Brescia: al 49′ ci prova Bertagnoli ma l’estremo difensore avversario alza sopra la traversa, ripetendosi con un’altra parata su Bisoli poco dopo. Chancellor va vicino al gol con un colpo di testa su calcio d’angolo, poi inizia la girandola dei cambi. Al 68′ ancora il capitano delle rondinelle va vicino al gol ma Bleve salva sulla linea. Le scelte dei subentrati questa volta sorridono agli avversari: all’81’ Dermaku colpisce di testa anticipando il 4 venezuelano, Perilli parte in ritardo e non arriva sul pallone che bacia il palo ed entra in rete. Ti aspetti un Brescia arrendevole, che accusa il colpo, ma non è così: all’88’ Pajac crossa da sinistra, Chancellor stacca di testa e colpisce il palo, Bisoli controlla e calcia in porta trovando il gol (liberatorio dopo un difficile periodo) dell’1-1. Poco dopo Coda si vede annullare un gol per fuorigioco, poi il triplice fischio di Irrati.

BRESCIA – LECCE 1-1 (81′ Dermaku, 88′ Bisoli)

BRESCIA (4-3-2-1): Perilli; Mateju, Cistana, Chancellor, Pajac; Bertagnoli, van de Looi, Bisoli; Tramoni, Jagiello; Moreo. In panchina: Joronen, Linner, Karacic, Spalek, Palacio, Bajic, Mangraviti, Huard, Cavion, Olzer, Andreoli, Papetti. Allenatore: Inzaghi.

LECCE (4-3-3): Bleve; Gendrey, Meccariello, Lucioni, Barreca; Gargiulo, Majer, Hjulmand; Di Mariano, Strefezza, Coda. In panchina: Borbei, Gabriel, Vera, Olivieri, Bjarnason, Listkowski, Bjorkengren, Blin, Calabresi, Dermaku, Rodriguez. Allenatore: Baroni.

ARBITRO: Irrati di Pistoia.

Ammoniti: Hjulmand.

 

 

 

condividi