Un trofeo che fa già storia: il riepilogo del ricco fine settimana di coppa

Una fase provinciale della Coppa Lombardia per le categorie sotto la Prima c’è sempre stata, ma non era mai stato proposto un trofeo che rendesse merito e incoronasse la migliore della provincia, la “bella di notte” per eccellenza del territorio. L’idea della Lnd di creare un nuovo trofeo, la Coppa Brescia, sulla scorta di quanto avviene in Coppa Italia di Eccellenza – dove si premia a metà strada la più meritevole di ogni regione, prima di proseguire con la fase nazionale (a proposito, domenica 7 gennaio alle 15 sul neutro di Seregno il Ciliverghe si gioca la coppa contro la Solbiatese) -, è stata vincente. Ha creato entusiasmo, hype, ha preparato il terreno ad un’esplosione di nuove emozioni. La gioia sfrenata per la vittoria, la cocente delusione per la sconfitta. Le finali sono così, un acutizzarsi delle percezioni naturali. Ripercorriamo la due giorni ospitata dal centro sportivo di via Olimpia, a Ghedi, ricordandone i verdetti e chiarendo quanto accadrà da ora in avanti. Sì perché siamo solo a metà strada.

 

 

Ad aprire il weekend ci hanno pensato venerdì nel tardo pomeriggio le due finaliste del tabellone Juniores Under 19. Castenedolese e Sirmione Rovizza si sono affrontate vincendo la tensione di una vetrina così importante e dando vita ad un match chiuso sul 2-1 per i gardesani. Entrambe erano già qualificate alla fase regionale, alla quale ha avuto accesso anche la Padernese, che sabato ha avuto bisogno di tempi supplementari per avere ragione del Cologne.

Ancora maggiore equilibrio ha restituito la finale di Terza Categoria di sabato. Gottolengo avanti fino a pochi minuti dal 90′, poi l’1-1 in extremis del Sellero Novelle, risultato poi rimasto invariato fino al 120′. Ai rigori sono stati i camuni a fare festa, ritoccando il punteggio per il definitivo 5-3. Poche ore prima si era giocata la gara per il terzo-quarto posto, anch’essa decisiva per eleggere la terza qualificata alla fase finali di Coppa Lombardia, oltre alle due finaliste. A staccare il pass era stato il Calcinatello, grazie al 2-1 sull’Oratorio Maclodio.

Diversa la formula per la Seconda Categoria. Continuano il percorso di Coppa tutte e quattro le semifinaliste (Passirano Camignone, Pontogliese, Atletico Offlaga, Urago Mella), più la vincente del girone a quattro tra le sconfitte ai quarti (Montirone). Non essendoci stato bisogno di alcuna finalina, tutta l’attenzione era calamitata dalla finalissima, quella tra Passirano Camignone e Atletico Offlaga. Al termine di un incontro emozionante e ricco di colpi di scena, i bassaioli hanno sollevato le grandi ed evocative orecchie del trofeo, laureandosi campioni.

Terminato il torneo provinciale, ora bisogna pensare ancora più in grande, affrontare le avversarie di tutti gli altri capoluoghi limbardi e provare a raggiungere l’ultimo atto della Coppa Lombardia. A Sirmione Rovizza U19, Castenedolese U19, Padernese U19, Sellero Novelle, Gottolengo, Calcinatello, Atletico Offlaga, Passirano Camignone, Urago Mella, Pontogliese e Montirone un grande “in bocca al lupo”!

condividi
Ultime notizie