Torneo di Cignano, era già scritto nel nome: trionfo per Vittoria Bar & Cose

Una piccola comunità che, grazie al lavoro di volontariato di un gruppo sportivo trainato da ragazzi del posto, si mette al centro della cartina provinciale per un mese esatto, condividendo i fari dei riflettori con i migliori tornei del territorio più appassionato di calcio estivo, quello bresciano. Ieri si è concluso, con la serata dedicata alle finali, il percorso del Torneo Notturno di Cignano. Dal 29 maggio al 29 giugno l’Unione Sportiva Cignano ha messo in piedi ben 17 giornate di calcio, spettacolo e socialità, facendo esplodere di vita la frazione di Offlaga.

 

 

Uscire ed incontrarsi all’oratorio San Filippo Neri, per riprendere una vecchia tradizione. Sul manto in erba naturale di Cignano si era cominciato a giocare già sessant’anni fa, quando le manifestazioni estive legate al pallone erano ancora agli albori. Col tempo è diventato un riferimento per la Bassa Bresciana, poi ha attraversato un periodo di difficoltà, venendo sospeso, quindi, nel 2023, l’US Cignano l’ha rimesso in piedi. In sole due edizioni il montepremi è stato fissato a 4.000€, il che ha portato tanti top player sulla strada verso Offlaga. Ieri la parata coi migliori.

Ad aprire la serata l’ultimo atto del torneo femminile, che ha visto il successo di Ciodane, guidata dalle parate di Stella Cancarini e dai gol della bomber Camilla Ronca, su Arizona 66, tra le cui fila ha brillato il talento di Veronica Carelli.

Alle 21.30 circa il via alla finalina terzo-quarto posto del torneo Open. In campo due formazioni locali: Bar Al Palas e Made In Factory/Tab. Pastrengo. Nonostante si presentino in sei giocatori contati, gli azzurrogranata di Bar Al Palas imprimono al match fin da subito un ritmo indiavolato. Bellissima la sfida tra Girolamo Volpe e Davide Panina, che si marcano. È proprio Volpe, al 5′, a trovare lo spunto che spezza l’equilibrio: taglio centrale, fallo subito, rigore trasformato dal compagno Samuel Alinei. Con un movimento simile pareggia subito Davide Panina, che concede il bis al 14′, imbeccato da un cross basso di Francesco Bosio. Nei due minuti che precedono l’intervallo Bar Al Palas la ribalta nuovamente: Alessandro Plodari esplode il destro da fuori, Armand Amfer calcia in area una palla che finisce nel sacco dopo una deviazione. 3-2.

Lo stesso difensore dell’Atletico Offlaga apre la ripresa con un tuffo di testa coraggioso: palo e gol (poco prima il tiro di Volpe aveva scheggiato la traversa). Questa accelerazione tra i due tempi risulterà decisiva. Made In Factory prova a rientrare con la sassata di Matteo Degani, ma la puntata di Alinei sotto la traversa ristabilisce il doppio vantaggio; successivamente tocca al solito Davide Panina dare speranza di rimonta, mandando in rete Simone Bighè, tuttavia la rimonta non si completerà. Anzi, a pochi secondi dal fischio finale Plodari imbecca Volpe per il definitivo 6-4, che spedisce sul podio Bar Al Palas. Davide Panina si consolerà con il titolo di capocannoniere, mentre Sueidi Muca verrà premiato come miglior portiere assoluto.

La finale che consegna il trofeo non è altrettanto combattuta. Non c’è colpa per Verolacase/Dreampool, un distillato dell’Under 19 della Verolese: troppo forte Vittoria Bar & Cose/Fal. Bolsieri/Cigiesse Bestiame/Vegallarm, selezione che pesca ad ampie mani dalla Castellana di Eccellenza. Pronti via e Filippo Faggiano, esterno sinistro classe 2006 della Primavera del Brescia, trova una fiondata mancina terra-aria dai 25 metri che si insacca nel sette. Verolacase, che beve fisiologicamente dall’idrante per esperienza, centimetri e chili, prova a metterla sull’intensità, rendendo la sfida comunque molto piacevole agli osservatori. Si distingue in particolar modo Cristian Gelmini, 2005 verolese che ha l’arduo compito di marcare Ibou Faye Pape; per buona parte della gara spegnerà le polveri della punta, utilizzando un mestiere che per la carta di identità non dovrebbe avere.

Alla lunga, però, Faye Pape fa valere la sua categoria. All’8′ si gira in area facendo passare la palla sotto le gambe di Filippo Brunelli; al 18′ riesce finalmente a spostare col fisico Gelmini, per scaricare con potenza in rete. Il 3-0 diventa 4-0 poco dopo, con la deviazione sotto misura di Nicola Beccalossi. Il secondo tempo si apre col palo interno colpito dal centravanti appena acquistato dal Calcio Pavonese, poi Mattia Cattaneo chiama alla parata Leonardo Bonetti, portiere 2004 di scuola Breno. All’11’ Faye Pape si veste da assistman, Hassan Najeh ringrazia e fa 5-0. L’ultimo sussulto è dei giovani finalisti, sui quali pesa anche un pizzico di sfortuna: il gran tiro da fuori di Edoardo Crimi si infrange sulla traversa. Il trofeo 2024 del Torneo di Cignano va meritatamente ai green.

Al fischio finale è tempo di premiazioni, sia di squadra che individuali. Presente anche l’amministrazione locale, rappresentata dall’Assessore del Comune di Offlaga, Angelo Azzini, il quale non manca di fare i complimenti all’organizzazione per il contributo sportivo e sociale che il torneo garantisce al benessere dell’intera comunità.

La parola finale sul torneo è di Federico Zanetti, responsabile US Cignano: “Per essere un torneo così giovane non ci aspettavamo questi risultati. Il gruppo dell’US Cignano ha ripreso in mano solo l’anno scorso questo torneo notturno storico, nato negli anni Sessanta, uno dei primi della provincia, ma poi interrotto per lungo tempo. In questa edizione siamo riusciti ad alzare un po’ il livello, sia come montepremi che come giocatori. C’è stata una buonissima risposta del pubblico, che ha apprezzato la nostra proposta sia sui tavoli della zona gastronomica che sugli spalti che danno sul campo. L’anno prossimo proveremo a fare qualcosa in più, cercando di migliorare sotto l’aspetto organizzativo. Devo ringraziare tutti i volontari, circa una ventina di persone: è con il loro impegno che tutto questo sta in piedi. Di cose da fare ce ne sono tante, si parte 6-7 mesi prima, siamo un bel gruppo”.

 

TORNEO ESORDIENTI

ASD Verolese 1911 – Quinzanese 2-1 (finale 1°-2° posto)

 

TORNEO OVER 40

CQ Progetti Elettrici – Internazionale 39 3-2 (finale 1°-2° posto)

 

TORNEO FEMMINILE

Ciodane – Arizona 66 4-2 (finale 1°-2° posto)

 

TABELLINI TORNEO OPEN

Bar Al Palas – Made In Factory/Tab. Pastrengo 6-4 (finale 3°-4° posto)
5′ pt rig. Alinei (B), 6′ Davide Panina (M), 14′ Davide Panina (M), 19′ Plodari (B), 20′ Amfer (B); 1′ st Amfer (B), 7′ Degani (M), 8′ Alinei (B), 15′ Bighè (M), 22′ Volpe (B)

BAR AL PALAS: 1 Sueidi Muca; 4 Armand Amfer; 7 Girolamo Volpe, 8 Alessandro Plodari, 11 Paolo Chiara; 10 Samuel Alinei. Dirigenti: Stefano Superti, Alessandro Parenza.

MADE IN FACTORY/TAB. PASTRENGO: 1 Simone Alberti; 16 Cristian Olivetti; 14 Mattia Cani (15 Francesco Bosio), 11 Simone Bighè (17 Nicolò Panina), 10 Davide Panina; 20 Matteo Degani (18 Andrea Bresciani). Dirigente: Domenico Baldini.

MVP: Armand Amfer (Bar Al Palas).

Verolacase/Dreampool – Vittoria Bar & Cose/Fal. Bolsieri/Cigiesse Bestiame/Vegallarm 0-5 (finale 1°-2° posto)
2′ pt Faggiano, 8′ Faye Pape, 18′ Faye Pape, 19′ Beccalossi; 11′ st Najeh

VEROLACASE/DREAMPOOL: 1 Filippo Brunelli; 6 Cristian Gelmini (Cristian Gilberti); 7 Diego Cattaneo, 8 Luigi De Rosa, 2 Pierluigi Prestini (Edoardo Crimi); 10 Mattia Cattaneo. Dirigenti: Salvatore De Rosa, Daniele Appiani.

VITTORIA BAR & COSE/FAL. BOLSIERI/CIGIESSE BESTIAME/VEGALLARM: 1 Leonardo Bonetti; 8 Pietro Maria Pizza (3 Riccardo Pasini); 7 Filippo Faggiano (5 Hassan Najeh), 4 David Thai Ba (6 Luca Aceti), 10 Nicola Beccalossi (9 Francesco Burato); 11 Ibou Faye Pape. A disposizione: 14 Yassin Ejjaki. Dirigenti: Marco Maestri, Samuel Pedrali.

MVP: Ibou Faye Pape (Vittoria Bar & Cose/Fal. Bolsieri/Cigiesse Bestiame/Vegallarm).

 

PREMI INDIVIDUALI

Miglior portiere femminile: Stella Cancarini (Ciodane).

 

Capocannoniere torneo femminile: Camilla Ronca (Ciodane).

 

Miglior giocatrice torneo femminile: Veronica Carelli (Arizona 66).

 

Miglior portiere torneo Open: Suedi Muca (Bar Al Palas).

 

Capocannoniere torneo Open: Davide Panina (Verolacase/Dreampool).

 

Miglior giocatore torneo Open: Nicola Beccalossi (Vittoria Bar & Cose/Fal. Bolsieri/Cigiesse Bestiame/Vegallarm).

 

Matteo Carone

 

condividi
Ultime notizie
 
 
Feralpisalò: da domani al via il ritiro di Darfo Boario Terme. Tutto quello che c'è da sapere.
Luglio 14,2024
 
 
Perugia: ufficiale l‘arrivo del classe 2003 Luca Bacchin
Luglio 14,2024
 
 
Breno: colpaccio Anthony Minessi nel reparto offensivo
Luglio 14,2024
 
 
Dopo Iddrissou, Palmini e Platto tanti altri giovani talenti approdano nei professionisti
Luglio 14,2024
 
 
Polpenazze, Finale: Nova Sider Forgital trionfa alla 44esima edizione del torneo!
Luglio 14,2024
 
 
Scelta la prima selezione dilettanti (Prima e Seconda) che giovedì sfiderà il Brescia
Luglio 13,2024
 
 
San Michele Idro: serata di sorprese, Piccolo Mondo in pompa magna
Luglio 13,2024
 
 
Mercato CBS: Real Castenedolo e Calcinato scatenati in Prima categoria!
Luglio 13,2024
 
 
Finali Mezzane: Scidone e Guerini al top, la 20ª edizione del torneo va a Geometra Cogoli
Luglio 13,2024
 
 
Mercato CBS: ancora importanti movimenti per le formazioni di Serie D
Luglio 13,2024
 
 
Le novità di mercato di Brescia, Feralpisalò e Lumezzane
Luglio 13,2024
 
 
Gaggiotti: "Brescia, non ti riconosco più". I talenti della Riga vanno altrove. Platto all'Atalanta
Luglio 12,2024
 
 
Sale. Lpr/Frabol e La Manega Franciacorta all'ultimo atto
Luglio 12,2024
 
 
Alessandro Oro porta la sua lunghissima esperienza di calcio femminile d'élite
Luglio 12,2024
 
 
CSI e settori giovanili sempre alla ricerca di giocatori, istruttori e collaboratori
Luglio 12,2024
 
 
Collebeato ci crede. Moretti: "Ambiziosi, non presuntuosi". Lombardi: "Obiettivo seconda categoria a breve termine".
Luglio 12,2024