cbs_logo_white
Brescia

Un rigore di De Luca condanna il Brescia più brutto della stagione

Seconda sconfitta consecutiva per il Brescia di Filippo Inzaghi che torna da Perugia con le tasche vuote. La formazione umbra si è infatti imposta per 1-0 nel match valevole per l’ottava giornata di campionato.

Il Curi rimane un campo stregato per le rondinelle (12 sconfitte in 22 precedenti) e per Inzaghi che perse uno scudetto quando giocava nella Juventus. Al termine di una partita molto spezzettata e combattuta le rondinelle escono dal terreno di gioco sconfitte per effetto di un calcio di rigore trasformato da Manuel De Luca, al 25′ del primo tempo, dopo un intervento goffo di un Bisoli irriconoscibile e bocciato già dall’intervallo. Una squadra, il Brescia, mai realmente pericolosa e con il primo tiro in porta arrivato solamente all’80’ con Tramoni. Rondinelle involute, senza idee e con tante imprecisioni.

Van de Looi e Jagiello, che avevano vinto i ballottaggi con Labojko e Tramoni hanno deluso: l’olandese ancora troppo lento e timido, il polacco poco incisivo. Palacio prova a fare a sportellate, ma non è giornata. Nemmeno per Moreo che lotta, torna a centrocampo ma fatica per tutta la partita a vincere i duelli. Non cambiano il corso del match nemmeno i cambi e il tentativo di Inzaghi di rendere la squadra il più offensiva possibile con Ndoj, Tramoni, Palacio, Moreo e Bajic. Il primo tiro in porta, come detto, è quello di Tramoni dal limite a 10′ dalla fine; l’altro tiro in porta è il rigore di De Luca.

PERUGIA – BRESCIA 1-0 (25′ rig. De Luca)

PERUGIA (3-4-1-2): Chicizola; Dell’Orco (72′ Curado), Angella, Sgarbi; Lisi, Ghion (72′ Vanbaleghem), Segre, Falzerano (83′ Ferrarini); Kouan (84′ Santoro); Matos (60′ Carretta), De Luca. A disposizione: Fulignati, Rosi, Righetti, Gyabuaa, Carretta, Murano, Murgia, Vanbaleghem, Curado, Santoro, Ferrarini, Zanandrea. Allenatore: Alvini.

BRESCIA (4-3-2-1): Joronen; Mateju (67′ Bajic), Cistana, Chancellor, Pajac; Bertagnoli (83′ Ndoj), Van de Looi (73′ Labojko), Bisoli (46′ Tramoni); Jagiello (67′ Cavion), Palacio; Moreo. A disposizione: Perilli, Linner, Ndoj, Spalek, Bajic, Mangraviti, Huard, Labojko, Cavion, Tramoni, Olzer, Papetti. Allenatore: Inzaghi.

Ammoniti: Matos, Falzerano, Van de Looi, Mateju, Dell’Orco, Bajic, Lisi.

 

 

 

 

 

condividi
Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Altro da Brescia
Cellino torna a parlare a campo aperto: tanti temi, da Clotet ai "condor"
Al Rigamonti succede tutto nel finale: Bisoli risponde a Dermaku, Brescia-Lecce finisce 1-1
L'uomo che non ti aspetti: Spalek entra dalla panchina e decide il derby con la Cremonese
Un rigore di De Luca condanna il Brescia più brutto della stagione
La difesa traballa anche con la Primavera, Bajic in grande spolvero
Primo ko per il Brescia, il Como espugna il Rigamonti
Che rimonta del Brescia, Cistana-Chancellor-Pajac ribaltano l'Ascoli
Brescia-Ayé, il matrimonio prosegue. Ufficiale il rinnovo fino al 2024
Ultime notizie

Paganese, arriva il difensore Elia Maccherini

Bagnolese, altri tre acquisti e due conferme per i neroverdi

Gussago, ufficiale Stefano Strada a centrocampo

Albania U18, convocazione per due baby rondinelle

Il Brescia incanta nella prima partita ufficiale, steso il Pisa

La Feralpisalò presenta Stefano Lucchini: "Sono in una società seria ed ambiziosa"

Coppa Brescia 2022-23, le novità e i gironi: il riepilogo

Catania, arriva il difensore Alessio Castellini

La Feralpisalò esce a testa alta dalla Coppa Italia, l’Udinese vince 2-1

Stasera Big Match Live speciale Pisa-Brescia e dilettanti. Diretta tv, Facebook e Youtube

Il riepilogo sui regolamenti dei tornei dilettantistici

Il Lumezzane Femminile è ufficialmente in Serie C, è esodo dal Cortefranca

Coppa Brescia, il video dei sorteggi in esclusiva dalla sede della Lnd

CazzagoBornato, tra i pali arriva Diego Abbrandini

Brusaporto, ufficiale l’arrivo di Mattia Tirelli