Brescia-Ninkovic, le rondinelle ottengono la risoluzione

Ci sarebbe potuto essere anche Nikola Ninkovic ieri sul prato verde del Brianteo prima e alla festa dei tifosi delle rondinelle al centro sportivo di Torbole poi. Invece il fantasista serbo, arrivato a Brescia nell’ultimo giorno del calciomercato invernale, è stato un fantasma e in città non si è mai visto salvo un mordi e fuggi.

Ninkovic, come dicevamo, era stato acquistato a fine gennaio dall’Ascoli e sarebbe dovuto essere il valore aggiunto per il reparto avanzato delle rondinelle. Purtroppo un incidente stradale rimediato la scorsa estate lo aveva lasciato fuori causa e il suo rientro non è stato possibile. Il giocatore serbo, che era tornato in Serbia per proseguire la riabilitazione, era stato sottoposto alle visite mediche da parte del Brescia. Risultato: non idoneo. Il club del presidente Cellino aveva così deciso di agire per vie legali chiedendo la risoluzione del contratto. Il via libera alla risoluzione è arrivato proprio ieri, mentre le rondinelle espugnavano Monza.

 

 

 

 

 

 

condividi