Rossetti: "L'Azzurra Calvina può tornare in alto"; Bonini: "Il Benaco Salò ora è ambizioso"

Ottava puntata della nostra rubrica estiva sponsorizzata da Fisioitalia, partner di CalcioBresciano e al fianco delle società sportive nell’ambito della prevenzione, della diagnostica e del recupero degli infortuni.

Il ciclo di interviste prosegue con Damiano Rossetti dell’Azzurra CalvinaFlavio Bonini del Benaco Salò.

Per Damiano Rossetti la passione per il calcio dilettantistico è sbocciata a Isorella nel 1981. “Tutto ebbe inizio nella squadra del mio paese, poi Ghedi, Carpenedolo e Pralboino fino alla chiamata della Calvina, che mi ha coinvolto per ripartire da zero in una nuova, entusiasmante avventura. Le doti necessarie per essere un buon direttore sportivo? Pazienza nei rapporti, conoscenza delle persone e delle dinamiche da saper gestire”.

Sulla “piaga” infortuni nessun dubbio: “È molto importante avere nello staff un fisioterapista che sappia come muoversi in ogni momento e come gestire i tempi di recupero nell’interesse dell’atleta e della squadra”.

Dopo una stagione da incorniciare l’Azzurra Calvina baderà al sodo: “Il chiodo fisso sarà la salvezza, perché siamo una matricola che arriva dalla Terza Categoria. Mercato? Sono rientrati due ragazzi dal prestito al Pralboino, abbiamo rinforzato l’attacco, la difesa e la fascia destra. Il mio sogno è riportare la Calvina in alto”.

Flavio Bonini del Benaco Salò proverà a compiere il medesimo tragitto che dalla Terza conduce alla Seconda Categoria: “Credo che l’obiettivo di tutti, soprattutto in questa categoria, sia vincere, quindi ci proveremo anche noi. Siamo nati nel 2016 e dopo alcuni anni di rodaggio vogliamo puntare in alto. Lo dimostrano i nuovi innesti: Cherubini e Mazzitelli su tutti, ma non solo. Abbiamo inserito nove innesti di spessore. Il mio sogno è vincere il campionato”.

Il ds gardesano si innamorò del pallone alla scuola materna e sorride pensando al percorso dirigenziale. “Cosa mi ha spinto a proseguire anche in età avanzata? Colpa della passione, che muove tutto. Per ottenere i migliori risultati possibili nel mio ruolo servono pazienza, tolleranza e capacità tecniche per individuare i giocatori giusti per la tua causa. L’apporto di esperti nella gestione degli infortuni è altrettanto importante. Spesso influisce molto la qualità dei campi. Ora a Prevalle siamo più sereni, ma è un ambito da saper gestire con professionalità”.

condividi
Ultime notizie
 
 
Da martedì al via la sesta edizione della Supercoppa Juniores Brescia
Maggio 24,2024
 
 
CBS Big Match - Sargom League CSI: Nuova Futura BGV, è doblete!
Maggio 24,2024
 
 
Palazzolo veste di rosa: acquisito il titolo del Montorfano, ecco la Pro femminile
Maggio 24,2024
 
 
Navigatori non vedenti nelle gare di rally. Progetto M.I.T.E. va oltre il buio. Disabilità e sport possono coesistere
Maggio 24,2024
 
 
Orsa Iseo e Bassa Bresciana ufficializzano le proprie guide tecniche
Maggio 23,2024
 
 
Primi movimenti in Eccellenza: doppia conferma in casa Bedizzolese, un addio a Darfo
Maggio 23,2024
 
 
Gruppo Carmeli e Nissan, a Brescia un legame decennale. Le migliori offerte su auto nuove e km zero
Maggio 23,2024
 
 
Gottolengo: esordio con vittoria per Emme.Gi.Erre, GV Servizi e Caffè Bamboo
Maggio 23,2024
 
 
Torneo di Cignano, il sorteggio dei gironi e il calendario
Maggio 23,2024
 
 
Nuove opzioni per porta, centrocampo e attacco
Maggio 23,2024
 
 
Roberto Volpi e Gianluca Montini si mettono sul mercato dei mister
Maggio 23,2024
 
 
Ds Night, ritorno al futuro. Il 3 giugno alla Campagnola l'evento dedicato ai direttori sportivi
Maggio 23,2024
 
 
Il Lumezzane continua con mister Franzini: rinnovo fino al 30 giugno 2025
Maggio 23,2024
 
 
Piantumazione Selvaggia, linea verde. Gozzetti: “La nostra risposta all’inquinamento? Nuovi alberi”

Maggio 23,2024
 
 
La carica dei 400 pronta ad invadere Rezzato: da domani la 17ª edizione del Sancarlito
Maggio 22,2024
 
 
Torneo notturno di Nave: tutto pronto per la quinta edizione, finale prevista il 5 luglio!
Maggio 22,2024