I finalisti al premio di miglior giocatore di Promozione: Bonaccorsi e Mattei

Tanto Ospitaletto e un pizzico di Rezzato DOR nel podio di miglior giocatore di Promozione degli Oscar del CalcioBresciano 2022. E ci mancherebbe: gli orange hanno dominato il campionato, i blue si sono arrampicati sull’Eccellenza attraverso un interminabile fase playoff. Ad Ibou Faye Pape il premio più ambito, mentre Mauro Bonaccorsi e Marco Mattei si dividono applausi meritati.

Il primo a fare i complimenti alla punta al compagno di squadra di ieri (all’Ospi) e di oggi (alla Castellana) è Mauro Bonaccorsi, piacevolmente stupito dalla nomination: “È stata una bella sorpresa, sinceramente non me l’aspettavo ma sono contento e felice. Lo scorso anno ho giocato tutte le partite e sono stato un punto fermo della squadra. Tuttavia difficilmente un difensore può finire tra i migliori. Uno dei momenti più belli della passata stagione è stata la rete contro il San Lazzaro nel girone di ritorno: è stato un gol voluto ed importante”.

Il presente lo vede difendere i colori della squadra di Castel Goffredo. “Ho ricevuto tante offerte anche da squadre bresciane, ma ho voluto mantenere la categoria perché sapevo che alla Castellana volevano fare una squadra importante, inserendo nell’organico persone con le quali avevo già giocato”.

Tra i punti di forza del trentaduenne, la tecnica e lo stile nell’interpretare il ruolo: Più vado avanti e più mi diverto a giocare: prediligo la qualità nel calciare il pallone e nella lettura delle giocate”.

Se si parla di stile unico, nella frase sta benissimo il nome di Marco Mattei: “Fa sempre piacere essere votati da allenatori e capitani della categoria nella quale ho militato. Per me è motivo di orgoglio. Vengo da una stagione iniziata non nel modo migliore a causa della malattia che ho avuto, però tutto questo mi ha aiutato tanto e mi ha dato ancora più forza. Sono un esterno che gioca con il mancino, mi piace l’uno contro uno e mi ispiro a Van Persie.

Il suo piazzamento è lo specchio dell’annata rezzatese: “La scorsa stagione siamo stati protagonisti di una bella cavalcata perché alla settima giornata eravamo ultimi con un punto. Arrivare secondi, a -7 da una corazzata come l’Ospitaletto, è stata un’impresa. Playoff? Per come eravamo arrivati al termine della stagione ero sicuro che li avremmo vinti.

Le ambizioni di vittoria si rinnovano quest’anno, al Cast Brescia. “Siamo partiti forte vincendo le tre di Coppa e le tre di campionato. È stata costruita una squadra per fare un campionato di vertice insieme a Prevalle e Ciliverghe. A livello personale vorrei arrivare in doppia cifra, ma l’importante è vincere come squadra”.

Vuoi goderti il 100% dei contenuti di CalcioBresciano?
Sottoscrivi la Membership Premium! Clicca qui.

condividi