Quote, Valetti (Gussago): “Gli obblighi su criteri anagrafici non hanno senso. I giovani non si valorizzano così”

Continua il dibattito relativo all’obbligo di impiego dei giovani calciatori nelle prime squadre delle categorie dilettantistiche. All’elenco dei punti di vista raccolti dalla nostra redazione si aggiunge il contributo del vicepresidente del Gussago, Simone Valetti, la cui opinione fa seguito a quelle espresse da da Stefano Facchi (Figc Brescia) fino a Maurizio Gilardi (Real Leno), Gigi Nember […]

Gigi Nember (United): “Quote? Cambiamo radicalmente la visione d’insieme”

Prosegue il nostro approfondimento relativo al tema quote, ovvero all’impiego dei giovani calciatori in prima squadra. Dopo le recenti modifiche ai criteri federali e i punti di vista esposti dal delegato provinciale Stefano Facchi abbiamo raccolto anche l’opinione di Gigi Nember, responsabile tecnico dell’Uso United (società di puro settore giovanile) ed ex allenatore nelle massime […]

Facchi: “Quote? Vi dico la mia. Il nostro calcio va rinnovato. È possibile e doveroso”

facchi

Quello relativo all’impiego dei giovani calciatori in prima squadra è un tema tra i più dibattuti nel mondo del calcio dilettantistico. Le recenti modifiche alle normative federali hanno riacceso la discussione in provincia tra analisi, critiche, riflessioni e nuove proposte. Abbiamo raccolto alcuni pareri e invitiamo chiunque intenda contribuire a dirci la sua nei commenti […]

I migliori giovani – Ventinovesima puntata: Michele Dancelli

Il Gussago di Seconda Categoria che tira dritto verso la promozione in Prima ha tante frecce in faretra. Dall’esperienza del leader difensivo Matteo Baresi, alla qualità dei Forgione, degli Shkembi e dei Marin, fino ad un ampio ed interessante parco giovani già pronti. Michele Dancelli è uno dei più decisivi.

Ripreso a pieno regime il calcio giovanile CSI, le parole del presidente Scalfi

Calcio a 5 e la categoria del calcio a 7 avevano fatto, nelle ultimissime settimane, da apripista. I test sullo svolgimento in sicurezza delle partite, la tutela dei protocolli, l’organizzazione degli spazi e dei tempi, la relazione rispetto a contagi e Return to Play: tutte le voci erano state spuntate con un segno positivo, il Csi aveva avuto le rassicuranti risposte che cercava. A quel punto, aveva potuto confermare le date di ripartenza definitiva del calcio arancioblù che, dallo scorso fine settimana, è tornato finalmente a respirare aria pulita su tutti i campi della provincia.